EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano: sex in the city, continua a stupire la piccola Amsterdam sarda

Oristano: sex in the city, continua a stupire la piccola Amsterdam sarda Andando a caso consideravo girando per strade vuote /che l’equilibrio si vede da sè si avverte immediatamente
Ribussa ai miei pensieri un desiderio di ieri /ed è l’eterna lotta tra sesso e castità(FB)

Oristano, città morigerata per eccellenza, ogni angolo emana l’antico ricordo di una potenza ecclesiastica, tanti sono gli edifici di culto, ricco è il patrimonio clericale e , il lento incedere dei secoli muta gli ambienti ma non il culto radicato.Eppure Oristano è da anni città sarda dove il mercato del sesso è potente. Di oggi l’ultimo scandalo: al circolo privato The Simpson di via Busonera c’è qualcosa di strano. Peccato però che a portare alla luce quello che succede nel circolo siano state indagini fiscali e sopratutto l’INPS perchè all’interno tante erano le lavoratrici in nero.


Certo pare non si tratti di sfruttamento della prostituzione, meno male, però pur sempre di mercificazione di corpi delle donne sembra esserci traccia. Non si può rimanere attoniti. O forse sì? Sino a qualche tempo fa, una simpatica insegna indicava il locale e la freccia parlava proprio di locale notturno, night, con l’immagine stilizzata di una ballerina di lapdance amicante. Tra gli annunci di lavoro reperibili in rete ritorna invece l’affaire lapdance, non è difficile da scoprire:”serio night club in Sardegna cerca giovani e belle ragazze 18/25 anni anche prima esperienza come figuranti di sala, se interessate chiamare o inviare sms, oppure inviare foto recenti a ….”  l’articolista nell’annuncio specifica anche “no uscite dal locale”. Perchè? In altri poi si specifica che le ragazze dovranno “fare compagnia” ai clienti.

Insomma si tratta di un vero e proprio night. Non porta certo scandalo la presenza di un ennesimo night, ma fa riflettere di più il fatto che molte delle ragazze lavorassero in nero.

Come dovevano essere inquadrate? Nei vari fogli che si possono notare fuori dal locale se ne nota uno particolare che recita qualcosa del tipo: le ragazze non socie non possono entrare. Quali ragazze? Tutte? E’ un locale solo maschile?


Tanti troppi dubbi!

Certo negli anni le cose sono lentamente cambiate, in città sorgono come funghi piccoli club privati ricchi di belle entrenoise, e non solo, spesso si notano girovagare donne in vesti succinte che lavorano, fanno il loro lavoro, quello più antico del mondo “la prostituta”.  In alcuni quartieri a certe ore è un pululare di corpi in vesti curiose, con attillati leggings che niente nascondono, sono le straniere e poi di seguito le italiane, queste ultime piuttosto attempate.

Strana città questa, sarà forse la sua posizione geografica?

Una piccola Amsterdam tutta sarda, dove nulla fa più rumore.


About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION