Sul passaggio di Cocco a Sel l’IDV non ci sta

SEGRETERIA IDV: “ONORI I PATTI E SI DIMETTA DAL CONSIGLIO REGIONALE”

Prendiamo atto della decisione di Daniele Cocco di aderire a Sinistra Ecologia e Libertà e, conseguentemente, di eliminare l’equivoco di far parte del gruppo di Italia dei Valori e parlare a nome di Sel, magari contro l’Idv. Avremmo però gradito che tale scelta fosse stata ufficializzata molto prima per evitare punti oscuri e mancanze di chiarezza.
Italia dei Valori è un partito libero e all’uscita di Daniele Cocco ha fatto da contraltare in questi mesi l’ingresso di molti e importanti protagonisti politici di diversi territori: amministratori comunali e provinciali, sindacalisti, giovani. Ognuno è libero di fare le sue scelte ma, per coerenza, chi si candida e viene eletto in una forza politica dovrebbe portare a termine nella stessa il suo mandato o, nel caso in cui le posizioni diventino inconciliabili, nel lasciare il partito dovrebbe abbandonare anche la carica che ricopre. Questo per lasciare inalterata la rappresentanza istituzionale del partito in cui è stato eletto.


Siamo pertanto costretti a richiamare l’impegno sottoscritto da Daniele Cocco, come da tutti gli altri consiglieri regionali eletti con Italia dei Valori: “moralmente e solennemente mi impegno – qualora maturasse una condizione di incompatibilità con le scelte politiche di Italia dei Valori – a rassegnare le mie dimissioni dalla carica di consigliere escludendo categoricamente il passaggio a diverso gruppo consiliare regionale, compreso quello misto”.
Ci aspettiamo quindi che per coerenza Daniele Cocco si dimetta da consigliere regionale per “restituire” l’incarico al partito che lo ha eletto, iniziando così la sua nuova avventura in Sel come persona che onora i patti. Italia dei Valori considera quella di Cocco una scelta irreversibile in virtù della quale è necessario che egli lasci immediatamente il Consiglio regionale e tutto ciò che questo comporta, assetti consiliari compresi. Anche per non sostenere il terribile peso di avere contemporaneamente due identità politiche che nessuna soluzione tecnica può evitare. In questa situazione, infatti, la coerenza etica deve prevalere su tutto, anche sulla volontà del consigliere Cocco e su quella di altri partiti che non hanno alcuna autorìtà per intromettersi nelle decisioni dell’Italia dei Valori.

La segreteria regionale dell’Italia dei Valori



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *