EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Pasqua a Milano? Ecco tutto quel che c’è da fare e vedere

Pasqua a Milano? Ecco tutto quel che c'è da fare e vedereMilano, anche qui una Pasqua ricca,  un fitto carnet di itinerari in città e percorsi nell’arte dedicati alla Resurrezione. Il Museo Diocesano ospita I tre crocifissi, uno straordinario dipinto di Vincenzo Foppa proveniente dall’Accademia Carrara di Bergamo.L’esposizione fornisce anche lo spunto per visitare gli affreschi della Cappella Portinari, realizzati dal maestro bresciano tra il 1464 e il 1468, nella basilica di Sant’Eustorgio, attigua al Museo.

Un itinerario piu’ laico porta invece al Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci (http://www.museoscienza.org/) che apre di domenica i suoi laboratori interattivi. All’interno moltissime sezioni e tanti percorsi per rivivere le emozioni delle grandi scoperte scientifiche e le novità della scienza applicata.


Tra le mostre appena inaugurate, c’è quella di ‘’Modigliani, Soutine e gli artisti Maledetti ‘ a Palazzo Reale ( che resterà aperta fino all’8 settembre). Mentre tra le mostre curiose c’è quella dedicata alla Fabbrica di Carosello, il mitico programma televisivo che ha tenuto compagnia agli italiani per vent’anni e che segnò gli albori della tv con uno dei suoi personaggi simbolo, il pulcino Calimero che compie 50 anni (wow spazio Fumetto fino al 14 aprile)

Per un itinerario goloso sulle tracce della migliore colomba milanese, ci sono indirizzi interessanti come la Pasticceria Martesana vicino al naviglio (http://www.pasticceriamartesana.com) che si fregia di aver vinto il campionato italiano di cioccolateria. O la Pasticceria San Carlo (http://www.pasticceriasancarlo.it/) che vanta per la colomba una ricetta segreta e che per Pasqua presenta una vetrina di uova-gioiello con decorazioni e miscele di fine cioccolato.


Pasqua al Museo della Scienze e della TecnicaLa Pasqua è anche l’occasione per ammirare al Museo Diocesano di Milano i tre crocifissi, lo straordinario dipinto di Vincenzo Foppa proveniente dall’Accademia Carrara di Bergamo (fino al 2 giugno). L’esposizione fornisce anche lo spunto per visitare gli affreschi della Cappella Portinari, nella basilica di Sant’Eustorgio, attigua al Museo.

(Ansa)

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION