‘Ndrangheta Oppido Mamertina Fermato Rocco Mazzagatti ed altri Sequestro di beni

carabinieri DiaIn manette il boss Rocco Mazzagatti, a capo dell’omonima cosca. Sequestrati a Roma e in Calabria terreni e case per un valore di oltre 70 milioni di euro

I carabinieri di Reggio Calabria stanno eseguendo, in queste ore , venti stati di fermo nei confronti di altrettante persone, ad Oppido Mamertina, nel Reggino.

I fermati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, di alcuni omicidi, intestazioni fittizie di beni e di avere reimpiegato proventi di attività illecita nell’acquisto di immobili a Roma. Il gruppo criminale faceva capo al presunto boss Rocco Mazzagatti, di 50 anni, capo dell’omonima cosca, che è stato arrestato. Mazzagatti, attraverso una serie di prestanome, avrebbe gestito un vasto giro di attività imprenditoriali a Roma ed in Calabria, tra cui attività di commercio di automobili e distributori di carburante.

Ottantotto immobili, tra terreni e case, per oltre 70 milioni di euro, sono stati sequestrati a Roma ed in Calabria.

L’indagine è scaturita a seguito della ripresa della faida che vede contrapposta la cosca “Mazzagatti-Polimeni-Bonarrigo” a quella dei “Ferraro-Raccosta” e che ha fatto dal 1991 numerosi morti.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *