EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Santa Lucia: storia e tradizione

Santa Lucia In molti Paesi del nord Italia e del nord Europa è una festa che equivale o addirittura supera il Natale. Domani è Santa Lucia, festività legata alla martire cristiana morta decapitata il 13 dicembre del 304 sotto l’imperatore Diocleziano. La festa della luce perchè Lucia deriva dal latino ‘Lux’ che significa luce. Dal XV secolo in poi la devozione popolare invoca Santa Lucia come protettrice della vista, per questo viene raffigurata con gli occhi sul piatto.

Nata a Siracusa tra il 280 e il 290 d.C. da una ricca famiglia, Santa Lucia è orfana di padre e da giovane viene promessa in matrimonio ad un patrizio. La madre di Lucia è gravemente ammalata, e nonostante le costose cure, non riesce a guarire. Lucia e sua madre Eutichia sono molto credenti e durante un pellegrinaggio al sepolcro di San’Agata, la invocano in preghiera affinchè aiuti la donna a sconfiggere la malattia. Mentre Lucia è assorta ha una visione: Sant’Agata le appare dicendole che può aiutare la madre a guarire e le preannuncia che un giorno sarà la Patrona della città di Siracusa. Al ritorno dal pellegrinaggio Eutichia guarisce, e Lucia decide di dedicare al sua vita al Signore. Comincia così a distribuire le ricchezze che possiede ai poveri e ai bisognosi che incontra. Il suo promesso sposo, indispettito per il rifiuto, la denuncia come appartenente alla religione cristiana. L’imperatore Diocleziano intanto emana i decreti che autorizzano la persecuzione dei cristiani. Santa Lucia viene quindi catturata e processata.

Davanti ai suoi accusatori sostiene fieramente di essere cristiana. Il proconsole minaccia la donna di mandarla tra le prostitute, ma Lucia gli tiene testa senza alcun cedimento. La donna è così decisa che riesce a mettere in difficoltà l’Arconte di Siracusa Pascasio. Viene sottoposta a tortura ma esce indenne da ogni ferita, riesca a sopravvivere anche alle fiamme. Quindi viene decapitata.

(ANSA)

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION