EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le nuove lampadine sono al grafene

La ricerca tecnologica è riuscita a creare una lampadina al grafene, potente ed ecologica perché non soggetta a consumarsi

A più di un secolo dall’invenzione e diffusione delle vecchie lampade ad incandescenza la ricerca tecnologica ha messo a punto delle lampadine di dimensioni ridotte in grado però di generare una luce potente. I ricercatori della Columbia University e del Korea research institute hanno utilizzato il grafene per realizzare una lampadina grande quanto un atomo. Piccola, sottile ed efficiente potrebbe modificare in maniera importante il mondo dell’illuminazione, con importanti risvolti per la salvaguardia dell’ambiente.

La lampadina al grafene riesce ad emettere una luce così forte da essere percepita dall’occhio umano. Per realizzarla è stato impiegato soltanto il versatile grafene che è stato lavorato fino a ridurlo in un filamento cristalline posizionato su un chip realizzato in silicio. La straordinaria invenzione funziona quando la corrente che percorre il filamento di silicio arriva ad una temperatura stabilita, ossia di 2500 gradi; a questo punto si genera la luce.

Le lampade al grafene vantano anche un’altra importante caratteristica perché non si consumano e quindi permette di ridurre gli sprechi ed i consumi. Rispetto alle lampade del passato, il grafene rappresenta una grande novità con importanti risvolti per l’uomo e la natura.

Gli usi alternativi del grafene

Il grafene si è imposto come il materiale del futuro grazie alle sue caratteristiche e potenzialità, fino ad ora non sfruttate a sufficienza. Si tratta di un materiale altamente prestante che può essere impiegato in sostituzione di altri più costosi o difficili da reperire.

L’innovazione tecnologica continua ad andare avanti e, da qualche tempo sembra sempre più vicina la possibilità che il grafene venga impiegato per la realizzazione di monitor, come per esempio quelli dei cellulari o di altri dispositivi di ultima generazione. Utilizzando questo materiale si riuscirebbe a produrre schermi molto innovativi per caratteristiche tecniche e prestazioni. Infatti, oltre ad essere flessibili sarebbero molto sottili,luminosi e resistenti e quindi sarebbero meno soggetti a danni in caso di caduta.

Il grafene è stato impiegato anche per produrre una avveniristica antenna e per eliminare l’inquinamento causato dallo sversamento di idrocarburi nelle acque.

E’ un primo importante passo per arrivare ad altri utilizzi rilevanti anche da un punto di vista ecologico perché non soltanto si ridurrebbero gli sprechi ma si potrebbero contenere i di produzione con importanti vantaggi anche per i consumatori.

 

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION