19 Marzo Festa del papà, i bignè

dolci-sardi-1024x576Domenica 19 marzo 2017 è San Giuseppe e la festa del papà. Il giorno dedicato a San Giuseppe, nel nostro Paese, coincide con il giorno in cui si ricordano tutti i papà. L’idea di celebrare una giornata per i padri è stata formulata dalla signora Dodds nel 1909. Il suo intento era rendere grazie al padre che, oltre ad esser stato un soldato della guerra d’indipendenza americana, si è preso cura di sei figli, dopo la prematura morte della moglie. Da allora, la festa del papà si è festeggiata nel resto del mondo, Italia compresa.

Per il giorno di San Giuseppe in ogni nostra regione è tradizione preparare dei dolci tradizionali come le zeppole e i bignè.

Festa del papà, i bignè

I bignè di San Giuseppe sono dei golosi dolci della tradizione laziale. I bignè di San Giuseppe sono farciti con morbida crema pasticcera e si possono gustare non soltanto a fine pasto ma anche a colazione e merenda. Ecco come prepararli.

Ingredienti:

Per i bignè:

200 grammi di farina

2 uova

100 ml di acqua

100 grammi di burro

Per la crema:

250 ml di latte intero

1 uovo

50 grammi di farina

100 grammi di zucchero

1 limone non trattato

1 pizzico di sale

I bignè di San Giuseppe si preparano portando a bollore l’acqua con un pizzico di sale, unendo poi il burro. Si versa la farina a pioggia, si mescola molto bene e si attende fino a che il composto non crei una massa che si stacca dalla pareti. Trasferiamo il composto in una ciotola, aspettando che si freddi; si uniscono poi le uova una alla volta. Prima di aggiungere il secondo uovo è importante che il primo venga completamente assorbito. Si formano i bignè con un cucchiaio oppure con la sacca da pasticcere; appena l’olio è caldo si friggono pochi bignè per volta, scolandoli appena sono dorati. Si passano nella carta assorbente, si farciscono con la crema e si servono. Per la crema si scalda il latte con all’interno la scorza del limone; in una ciotola si lavora il tuorlo con lo zucchero e la farina. Si versa il latte a filo, mescolando in modo da eliminare eventuali grumi e poi si rimette sul fuoco. La crema è pronta quando vela il cucchiaio e appare spessa; è importante girarla spesso e tenere la fiamma dolce.

Festa del papà, le varianti de

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *