Bruno Debenedetti Parole in vendita a Cairo Montenotte

parole cadute sulla strada

parole cadute sulla strada

Entrare nella penombra dei pensieri oggi e trovare le parole già pronte per il foglio dei messaggi o il quaderno delle narrazioni periodiche.

Mentre si vaga tra i banchi al mercato del giovedì si vedono, le parole abbandonate tra la merce esposta, scivolate tra le pieghe delle stoffe, in attesa di essere raccolte o catturate con sguardo repentino.

Le parole  sono dappertutto: c’è un negozo in via Roma a Cairo Montenotte dove sono in vendita le parole in tanti caratteri diversi.

Le trovi esposte in grandi scatole quadrate ma se arrivi sul tardi le parole più richieste sono già finite.

Rimangono quelle dai profumi antichi, dai suoni più flebili, le parole dimenticate e sconosciute, le parole difettose, quelle scritte male o sbagliate. Queste vengono via a prezzi stracciati.

La penombra delle parole si diffonde nella stanza dei miei libri e se si lasciano per molto tempo al buio succede che le parole finiscano negli scaffali, entrino nellepagine e si infilino in mezzo alle parole stampate.

Le parole sono cadute lungo la strada di Rocchetta e quando l’asfalto viene scavato per interrare un tubo dell’acquedotto verso le case nuove esse, le parole cadute, vengono fuori e si spargono tutto attorno.

Ho fotografato il luogo dove sono uscite e quando i lavori saranno finiti andrò a raccogliere quelle rimaste sull’asfalto.

Bruno Chiarlone Debenedetti Carle Granata

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *