Cooperazione Costa d’Avorio – Marocco. Altri grandi progetti per i giovani ivoriani

17197919_1588984294462766_774313300_n

Nella sua visita d’amicizia e di lavoro dal 24 febbraio in Costa d’Avorio, nell’ambito del suo tour africano 2017, il Re Mohammed VI del Marocco ha inaugurato l’8 marzo un centro di Formazione a Yopougon, battezzato “Centro Mohammed VI di Formazione in Medicina di Pronto Soccorso”, primo centro del genere nel paese. È una consacrazione della vocazione africana del Regno e dell’impegno permanente del Sovrano a favore di una cooperazione Sud-Sud forte, attiva e solidale. All’inaugurazione hanno partecipato il Primo Ministro ivoriano Amadou Gon Coulibaly e diversi membri del governo fra cui il ministro di Stato Hamed Bakayoko, i ministri Raymonde Goudou Coffi (sanità), Sidy Touré (Promozione dei giovani) e il Segretario di Stato, Mamadou Touré.
Di un costo di 210 milioni di FCFA, interamente finanziato dalla Fondazione Mohammed VI per lo Sviluppo Sostenibile, l’edificio costruito su una superficie di 450 metri quadri nel recinto del Centro Ospedaliero Universitario (CHU di Yopougon, all’ovest di Abidjan) ha una capacità annuale di formazione di 75 medici di guardia e 120 soccorritori ed assistenti. Questo centro sarà gestito nel quadro di un partenariato tra Centro Ospedaliero Universitario (CHU) Mohammed VI di Marrakech ed il ministero ivoriano della Sanità e dell’Igiene pubblica. Una convenzione è stata firmata in questo senso tra CHU Mohammed VI di Marrakech e CHU de Yopougon, il primo marzo scorso, che riguarda in particolare il rafforzamento delle competenze del personale ospedaliero in materia di qualità e di gestione dei rischi.
Soddisfatto il ministro della Sanità e dell’Igiene pubblica, Raymonde Goudou Coffi: “È il frutto della cooperazione tra i nostri due paesi che permetterà di migliorare il piano tecnico sanitario”.
In margine a quest’inaugurazione, sono stati spiegati al Re Mohammed VI i lavori in corso del complesso di formazione professionale di Yopougon inaugurato dal Sovrano nel giugno 2015. Il complesso finanziato dalla Fondazione Mohammed VI di un costo di realizzazione di 4 miliardi FCFA, coprirà 21 indirizzi d’istruzione e di formazione di cui 12 nel settore edilizio e lavori pubblici e 9 nel settore del turismo e alberghiero. Riceverà annualmente 1000 tirocinanti di cui 600 in edilizia e lavori pubblici e 400 in turismo, settore alberghiero e ristorazione. Avrà tra gli obiettivi di dotare i settori indicati delle risorse umane qualificate, di rafforzare la capacità di impiego dei giovani e promuovere il loro inserimento socio-professionale e accompagnare i grandi cantieri di sviluppo iniziati dalla Costa d’Avorio.
Questi vari progetti sono una illustrazione perfetta di una cooperazione Sud-Sud riuscita che traduce la volontà del Marocco di sostenere il popolo di Costa d’Avorio, e il forte impegno del Regno di differenziare i campi di cooperazione, di condividere la competenza che ha acquisito in settori portatori di ricchezza e di lavoro, e di contribuire allo sviluppo ed alla prosperità del cittadino africano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *