Il Re Mohammed VI revoca la nomina a Benkirane per formare il governo

ma sceglierà un’altra personalità del suo partito PJD

Dopo la sua nomina dal Re Mohammed VI per formare un governo, Abdelilah Benkirane, Segretario generale del Partito Giustizia e Sviluppo PJD del Marocco, e a oltre cinque mesi di negoziati con altri partiti politici non è riuscito a farlo come lui stesso riconosce. Sicché il Re ha deciso di revocare tale nomina scegliendo un’altra personalità dello stesso partito.
Il PJD è il primo nelle elezioni legislative dell’ottobre scorso con 125 seggi alla Camera dei Deputati dunque spetta a lui di formare il governo, però senza maggioranza.
Da ricordare che Re Mohammed VI aveva fatto suo dovere costituzionale nominandolo in 48 ore dopo l’uscita dei risultati del voto. Però qualcosa è andata male al leader del PJD nelle lunghi e fallite consultazioni tra partiti politici, e di conseguenza il Re l’aveva esortato varie volte per accelerare la formazione del nuovo governo. Il ritardo della formazione del governo cominciava anche a prendere ripercussioni gravi sull’economica sia al livello micro o macro economico.
Dopo il suo ritorno al paese al termine del tour in molti paesi africani, il Re ha preso conoscenza che le consultazioni condotte da Benkirane, per oltre cinque mesi, non sono arrivate fino ad oggi alla formazione della maggioranza governativa, oltre all’assenza di segnali che prevedono la sua futura formazione.
Ai sensi delle prerogative costituzionali del Re, nella sua qualità di garante della Costituzione e del funzionamento delle istituzioni, e di difensore degli interessi supremi della nazione e dei cittadini e per superare la situazione d’immobilismo attuale, ha deciso di nominare un’altra personalità politica dello stesso PJD come nuovo Capo di governo. Cosi, pur avendo molte opzioni il Re Mohammed VI ha dato prova del suo grande senso democratico e traduzione della specificità marocchina. Con questo gesto “nobile” è stata una sorpresa per le analisi false che gridavano già al fallimento democratico! La decisione Reale è il concreto consolidamento della scelta democratica e la salvaguardia delle acquisizioni realizzate dal paese in questo settore.
Il Re riceverà presto questa personalità e la incaricherà di formare il nuovo governo.
Per l’occasione il Re ha salutato l’alto senso di responsabilità e di patriottismo sincero di cui ha dato prova Abdelilah Benkirane, nel periodo della sua presidenza del governo, con efficacia, competenza ed abnegazione.
Abdelilah Benkirane era alla guida del governo sin dal 2011, dopo la prima, storica vittoria del suo partito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *