Il Tartufo “made in Liguria”in un video per gli chef russi

1654396_854995147860791_6742673796114582252_n

 

L’educational dell’Associazione Tartufai e Tartuficoltori Liguri raccontato in un video in lingua russa per promuovere il bianchetto di  Balestrino .

 

 

Balestrino (SV). Il prossimo 20 marzo, dalle ore 14,30, nella zona del santuario di Monte Croce, i partecipanti al corso per Gestori di Agriturismo, organizzato da E.L.F.o Liguria, L.G.O di Varazze e C.E.S.C.O.T. di Savona, finanziato dal Fondo sociale Europeo in collaborazione con l’ Associazione Tartufai e Tartuficoltori Liguri, daranno vita ad project work finalizzato a capitalizzare intorno alla risorsa tartufo, tutti i beni materiali ed immateriali di questa eccellenza “made in Liguria”.

L’evento “sfrutterà” l’esperienza dei tartufai e dei loro cani per realizzare un video che racconti  attraverso le immagini, non solo le emozioni della ricerca, ma anche la cucina legata al Bianchetto. Grazie allo chef Renato Grasso discepolo di Escoffier, che interverrà all’educational, saranno realizzate alcune ricette in lingua russa,  con protagonista tartufi di Balestrino. Il prossimo mese di aprile, tutto il materiale fotografico e video,  realizzati grazie alla collaborazione con circolo fotografico S. Giorgio di Albenga e a Tele Varazze, sarà presentato dal  titolare del ristorante S. Caterina agli chef moscoviti, nell’ambito dei corsi di cucina ligure che terrà nella capitale della federazione Russa. La consegna, data ai corsisti dai docenti di marketing Franco Laureri e di agronomia Matteo Zerbini, è quella di trasformare “il bianchetto in testimonial del  territorio”;  in questa sfida i futuri gestori di agriturismi Allegra Roberto, Ascheri Chiara, Bonfiglio Giada, Codino Anna Domenica, Marengo Luigi, NegoitaMarinela, Nocerino Donatella, Olinici Alina, Terragno Silvia e Vio Caterina avranno al loro fianco, oltre naturalmente ai Tartufai con il loro presidente regionale Maurizio Bazzano,  le responsabili dell’area social dell’agenzia In Liguria, i fotografi del prestigioso circolo fotografico albenganese e soprattutto il sindaco di Balestrino Gabriella Ismarro. L’educational a numero chiuso, coordinato dal blogger e giornalista Stefano Pezzini e dai docenti del corso,  rappresenta un primo test per valorizzare a fini turistici le eccellenze agroalimentari dei territori al di là del mare, con pacchetti rivolti ai segmenti esperienziale ed enogastronomico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *