ALASSIO E FINALE SI SFIDANO NEL MEMORIAL MONTANO

asparagoviolettoCi sarà anche una appassionante sfida gastronomica a condire i tanti appuntamenti organizzati dalla Condotta Slow Food di Albenga Finale Alassio (col patrocinio del Comune di Albenga) nella rassegna “Asparago violetto di Albenga, la verdura dei Santi”.

Venerdì infatti, in piazza San Michele, due fra gli alberghieri più titolati d’ Italia, quelli appunto di Finale Ligure e di Alassio, si sfideranno nel memorial Lorenzo Montano, per rendere omaggio a questo famoso prodotto della Piana ingauna e per ricordare anche con grande affetto e gratitudine Lorenzo Montano, l’agricoltore ingauno che fortemente volle dare vita al Presidio dell’Asparago Violetto di Albenga proprio per scongiurarne l’estinzione. Il nome della rassegna, dedicata a questo prodotto di straordinaria qualità, presidio Slow Food dal 2000, deriva proprio dalla sua stagionalità. Tradizionalmente, difatti, la raccolta iniziava il 19 marzo (San Giuseppe) e terminava il 24 giugno (San Giovanni).

“Questo prezioso prodotto- speigano gli organizzatori- morbido, burroso e delicato, deve il colore viola intenso che gradatamente sfuma scendendo verso la base, non alla tecnica di coltivazione, come succede per i suoi “cugini” ma al suo patrimonio genetico. E’ proprio una ragione scientifica, dovuta al suo numero di cromosomi, doppio rispetto alle altre varietà di asparago, che ne preserva la purezza non rendendone possibile l’incrocio. Vani sono stati difatti i tentativi di “copiarlo” ed esportarlo persino in Australia e negli Stati Uniti”.

La sfida si svolgerà sotto le torri in piazza San Michele (inizio alle ore 17). Al termine sarà aperto al pubblico il bistrot dell’Alberghiero di Finale Ligure che servirà un delizioso aperitivo con degustazione a base di focacce all’asparago violetto accompagnate da vini del territorio selezionati dall’Enoteca Regionale di Ortovero.

Durante il pomeriggio sarà possibile acquistare l’asparago violetto nel “Piccolo marchè dei produttori del Presidio”.

Il ciclo di appuntamenti proseguirà dal primo al 31 di Maggio con la la rassegna “Maggio il mese dell’ asparago violetto di Albenga”, che giunge quest’anno all’ ottava edizione. “Si tratta- spiegano gli organizzatori- di un evento che ha l’intento di contribuire a valorizzare questa eccellenza del nostro territorio a tavola. I cuochi hanno un ruolo fondamentale nella salvaguardia della diversità biologica e culturale del nostro cibo. Sono i migliori interpreti dei loro territori e possono valorizzare i prodotti locali con sapienza e creatività, dando il giusto rilievo agli ingredienti utilizzati. La loro partecipazione è quindi importante per valorizzare i prodotti dei Presìdi, dell’Arca del Gusto e delle piccole produzioni locali “buone, pulite e giuste”, frutto del lavoro di Slow Food, salvaguardando così la biodiversità agroalimentare a rischio di estinzione”. Per questo gli chef e i ristoranti, selezionati, non solo ad Albenga, ma anche in tutto il ponente ligure, da Savona a Imperia, oltre che a Genova e Torino, parteciperanno all’iniziativa presentando nel menù uno o più piatti a base di asparago violetto di Albenga del presidio. Il ciclo di appuntamenti si chiuderà il 24 giugno con l’invio a Roma di un cesto di asparagi albenganesi a Sua Santità Papa Francesco. “La Condotta Slow Food di Albenga, Finale, Alassio- conclude la fiduciaria Monica Maroglio- da sempre al fianco dei pochi eroici produttori, cerca di diffondere sul territorio la filosofia di Slow Food a partire dal motto enunciato da Carlin Petrini: Buono, Pulito e Giusto. L’ intero comitato di condotta è impegnato su diversi fronti per cercare di divulgare e concretizzare gli obiettivi dell’associazione e per quanto concerne l’organizzazione degli eventi ha trovato nello Studio Bodoni, progetti di identità territoriale, un partner affidabile e altamente creativo”.

CLAUDIO ALMANZI

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *