DA GABICCE A FANO PER IL PARCO DI SAN BARTOLO

L’Italia è ricca di panorami suggestivi e mozzafiato, sparsi da nord a sud, e facilmente raggiungibili dedicando un weekend alla scoperta delle bellezze nostrane. Tra i numerosi itinerari e percorsi che il nostro stivale offre, ricordiamo quello che da Gabicce Mare, percorrendo la panoramica, attraversa il parco di San Bartolo e porta fino alla città di Pesaro e da li a Fano, la città famosa per il suo carnevale. Un viaggio attraverso luoghi unici e suggestivi, ricchi di storia e di arte, senza rinunciare ad un contatto diretto con la natura e le sue meraviglie. Scegliendo tra le  numerose offerte Gabicce mare è possibile quindi iniziare questo viaggio tra l’Emilia Romagna e le Marche.

L’ITINERARIO

Il nostro viaggio parte da Gabicce mare, piccolo comune posto nel tratto finale del Golfo di Rimini, denominato dai turisti Baia degli Angeli. Il comune è visitabile senza problemi a piedi, date le ridotte dimensioni, ed essendo le principali attrazioni dislocate nella prossimità del porto. Terminata l’escursione a Gabicce Mare è possibile visitare la parte alta del comune, denominata Gabicce Monte: si tratta dell’insediamento storico della città, risalente al periodo medievale o forse ancora precedente, il quale può essere raggiunto sia a piedi che tramite ciclomotore oppure usufruendo dell’apposito trasporto Gabicce Express. Per raggiungere Gabicce Monte a piedi è necessario percorrere la strada panoramica in salita di circa 2 km, dalla quale è possibile ammirare una ricca vegetazione che si estende a picco sul mare. Proseguendo lungo la strada che si snoda all’interno della riserva naturale di san Bartolo, tra fantastici scorci e panorami da togliere il fiato, si giunge alla città di Pesaro: a fare da cornice a questo viaggio nel viaggio, oltre ad un contatto diretto con la natura incontaminata dall’uomo, paesini pittoreschi ( per lo più di epoca medievale) posti anch’essi a picco sul mar Adriatico. Si tratta di un itinerario di circa 20 km, ricchi tuttavia di una bellezza unica nel suo genere, che vale in pieno la fatica del percorso.  Una volta giunti nella città di Pesaro, e ammirate le sue attrazioni, si può proseguire il viaggio che ha come meta finale la città di Fano, particolarmente conosciuta per il suo storico carnevale e per gli sfarzosi festeggiamenti che ne accompagnano l’arrivo. Tutto intorno si estendono i paesaggi collinari della Romagna e delle Marche, che sembrano quasi incorniciare e proteggere questo percorso, incastonato tra natura e pietre medievali. Un viaggio probabilmente già percorso nei secoli da chi doveva spostarsi tra i vari borghi della zona e rimasto oggi inalterato grazie soprattutto all’attività di tutela e prevenzione portata avanti dal Parco naturale di San Bartolo, che si estende per circa 1600 ettari e comprende circa 12 chilometri di costa in corrispondenza della quale il mare e il parco sembrano fondersi in un abbraccio senza tempo, dando vita a quei meravigliosi paesaggi che sono qui è possibile ammirare. Gli Itinerari del Parco possono poi essere percorsi sia a piedi ( per gli appassionati del trekking) sia a bordo di biciclette o, per gli appassionati, anche in sella a dei cavalli, per un pieno e totale ritorno alle origini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *