RUINART, LA PIU’ ANTICA MAISON DE CHAMPAGNE, LANCIA IL RUINART SOMMELIER CHALLENGE A VINITALY

CHEF DE CAVE FREDERIC PANAIOTIS,ILVINCITORE DEL SOMMELIER CHALLENGE SERGIO FRASCA E ANDREA PASQUA SENIOR BRAND MANAGER RUINART

CHEF DE CAVE FREDERIC PANAIOTIS,ILVINCITORE DEL SOMMELIER CHALLENGE SERGIO FRASCA E ANDREA PASQUA SENIOR BRAND MANAGER RUINART

Milano, aprile 2017Ruinart, Maison caratterizzata dall’eleganza senza tempo, un perfetto equilibrio tra tradizione profonda e modernità creativa, in occasione della 51° edizione di Vinitaly, tenutasi a Verona dal 9 al 12 aprile 2017, ha lanciato il Ruinart Sommelier Challenge che ha visto sfidarsi venti tra i top Sommelier di tutta Italia in un’avvincente degustazione alla cieca sotto gli occhi attenti dello Chef de Cave Frédéric Panaïotis. “Il Ruinart Sommelier Challenge è un’occasione importante per far conoscere da vicino i valori della Maison Ruinart e stabilire un forte legame con la comunità dei top Sommelier. Inoltre, attraverso questo Challenge, la Maison Ruinart si presenta come sostenitrice della Wine Educationqueste le parole di Andrea Pasqua, Senior Brand Manager Ruinart.

Sergio Frasca, da 6 anni Sommelier al ristorante Imàgo – 1 stella Michelin dell’hotel Hassler di Roma, si è aggiudicato la competizione vincendo un premio di 1000 euro ed un approfondito educational trip di 4 giorni in Champagne con visite alle vigne, degustazioni straordinarie, esperienze uniche di food pairing in Champagne e a Parigi. Durante il viaggio, i vincitori dei Sommelier Challenge di tutto il mondo, avranno il piacere di essere accompagnati dal Wine Making Team della Maison Ruinart. “Ho affrontato il Challenge per mettermi alla prova e potermi confrontare con altri professionisti, perché reputo che fare esperienza nel mondo del vino sia fondamentale” così afferma il Sommelier Sergio Frasca.

Il primo e il secondo classificato hanno ricevuto una Magnum di Ruinart Blanc de Blancs.

Il Ruinart Sommelier Challenge si è tenuto il 10 aprile 2017 presso la Sala Casarini dell’hotel Due Torri di Verona, un’ampia sala disposta ad arena dedicata al pittore veronese Pino Casarini con i suoi meravigliosi affreschi.

A seguire si è svolto il pranzo presso l’Antica Bottega del Vino di Verona, osteria storica di grande fascino risalente al 1890, conosciuta come il Tempio del Vino. L’Antica Bottega vanta una tra le migliori carte vini d’Italia e una cantina di 20 mila bottiglie pregiate. Dall’ anno 1996 all’anno 2003 ottiene dalla rivista “Wine Spectator” il premio “Wine Spectator Excellence” e dall’anno 2004 all’anno 2016 il premio “Wine Spectator Grand Award”. Location quindi perfetta per celebrare il vino durante Vinitaly, la più importante manifestazione dedicata al vino, coinvolgendo i migliori professionisti del settore, i sommelier.

Il Ruinart Sommelier Challenge nasce dal desiderio della Maison Ruinart di celebrare il vino in tutta la sua magnificenza e le sue peculiarità cogliendo l’occasione per stringere i rapporti con la categoria dei sommelier italiani aumentando la brand awareness e supportando l’educazione del vino.

I sommelier che sono stati selezionati per il Ruinart Sommelier Challenge, attraverso un processo di application promosso da Ruinart in partnership con l’Associazione Noi di Sala, hanno degustato durante la sfida alla cieca 4 vini e hanno partecipato alla master class tecnica sul vino e le sue lavorazioni guidata dallo Chef de Cave Frédéric Panaïotis. A seguire si è tenuto un pranzo conviviale in abbinamento agli Champagne Ruinart: Dom Ruinart Blanc de Blancs 2006 per l’aperitivo e Ruinart Rosé in abbinamento alla portate principali del menù.

Ruinart è il simbolo di un savoir-faire e di un’art de vivre famosi in tutto il mondo. Ognuna delle sue Cuvée reca la caratteristica impronta dello Chardonnay, l’emblematico vitigno della Maison.

Delicate bollicine la cui vivacità forma un alone leggero e persistente, una purezza unica e una freschezza ineguagliabile, pur conservando ognuna, in sé, la ricchezza aromatica di una personalità ben distinta. Complesso e singolare, il gusto Ruinart nasce da una vocazione per l’originalità, il piacere gustativo, l’intensità delle sensazioni, in uno stile inconfondibile.

www.ruinart.comwww.ruinartnetwork.com

Ruinart @ruinart

La storia della Maison Ruinart è innanzitutto la saga di una dinastia segnata da un destino fuori dal comune. Per più di due secoli, i Ruinart hanno avuto lo stesso sogno, quello di far diventare il loro Champagne un riferimento assoluto nel mondo. Custodi, gli uni dopo gli altri, del know-how familiare, si sono instancabilmente tramandati di generazione in generazione l’eredità e la sfida dello Champagne. Quasi tre secoli dopo, la “plus ancienne Maison de Champagne” rimane fedele ai suoi valori, quelli racchiusi per sempre nel mistero delle sue delicate bollicine d’oro, divenendo oggi una realtà di riferimento per una clientela internazionale di intenditori, oltre ad essere uno dei fiori all’occhiello del gruppo LVMH. Nelle loro bottiglie uniche, riconoscibili fra tutte, le Cuvée Ruinart sono la dimostrazione dell’eccezionale know-how della Maison nella difficile arte dell’assemblaggio. Si declinano in «R» de Ruinart, Ruinart Blanc de Blancs e Ruinart Rosé. A completare la gamma, le Cuvée de Prestige millesimate Dom Ruinart. Pregiate e ricercate, queste Cuvée coronano le migliori annate di raccolto, elette fra tutti per le loro qualità.

Gli appassionati e amanti delle Cuvée Ruinart e dei millesimati della più antica Maison de Champagne possono facilmente individuare sul Ruinart Network (www.ruinartnetwork.com) le migliori location italiane dove poter degustare e vivere lo “Spirit della Maison”. Iscrivendosi sul sito è possibile inoltre ricevere la newsletter ed essere aggiornati sulle iniziative della Maison e divenire dei “Ruinarters”. Il Network intende rafforzare il legame tra il mondo dell’arte contemporanea e la Maison Ruinart, che da sempre è profondamente impegnata in questo ambito. Presente in tutte le fiere internazionali più prestigiose, come Art Basel Miami, Art Basel, Fiac, miart e molte altre. Ogni anno Ruinart collabora con un artista diverso il quale, ispirandosi alla Maison, crea un coffret in edizione limitata e masterpiece unici e accattivanti, che restano nel patrimonio storico della Maison. Da Patricia Urquiola a Maarten Baas, da Hervé van Der Straeten a Piet Hein Eek all’artista e scenografo francese Hubert le Gall. Tutti hanno celebrato in modo del tutto innovativo e personale la storicità e l’unicità della più antica Maison de Champagne (www.ruinart.com).

Per approfondimenti e ulteriori informazioni:

ROBERTA ANTONIOLI PR STUDIO – Ufficio Stampa Ruinart

Corso Magenta, 85| 20123 Milano | T +39 02 89354827

Roberta Antonioli roberta@rantonioli.it

Jane Cardani jane@rantonioli.it

Verdiana Radaelli verdiana@rantonioli.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *