Salute Cibo biologico o chilometro zero

arance,biologico,ciboIl settore del cibo biologico, nel corso del 2017, è in risalita, con un aumento dei prodotti venduti e delle aziende produttrici

L’attenzione sempre più forte nei confronti della salute propria e del pianeta fa crescere il settore del biologico. Per il 2017 si prevede una crescita delle aziende e un allargamento dei mercati.

Aumentano gli alimenti biologici

Secondo i dati diffusi dall’Organic monitor, l’anno appena iniziato vede salire non soltanto le vendite di cibo biologico ma anche l’impegno delle case produttrici per ridurre gli sprechi. L’Organic monitor sottolinea che il mercato dei prodotti sostenibili è in aumento e riguarda vari alimenti; fra questi spicca il caffè che, per il 20% totale, è prodotto in modo sostenibile. Dai dati della società si evince che per gli Usa e per molti Paesi europei, come la Svizzera, per il 2017 si prevede una crescita del mercato dei cibi biologici pari a circa il 10%. L’Organic monitor rivela anche che le grandi aziende sono particolarmente propense a mettere in atto comportamenti virtuosi come riduzione degli imballaggi e ricerca di produzioni sostenibili. Un elemento importante, per il 2017, è la tendenza ad impiegare sistemi di imballaggi meno inquinanti, sfruttando sostanze più ecologiche, come le bioplastiche. Dal rapporto emerge che il commercio equosolidale ed etico si afferma sempre di più, anche grazie alla nascita di nuovi marchi.

Spesa sostenibile

La spesa sostenibile è l’unica soluzione praticabile per assicurare alle generazioni future un pianeta in salute e vitale. Vivere in modo sostenibile non è particolarmente complesso e non presuppone rinunce inaccettabili. Per fare una spesa sostenibile e rispettosa è importante scegliere sempre prodotti di stagione e nazionali, preferibilmente di agricoltura biologica o lotta integrata. E’ necessario evitare gli sprechi alimentari, imparando a riciclare gli avanzi e a fare acquisti con oculatezza, evitando di comprare grandi quantità di alimenti facilmente deperibili. La spesa sostenibile significa prediligere prodotti con imballaggi ridotti o poco inquinanti.

Per trovare cibi biologici o a chilometri zero è possibile recarsi direttamente dai produttori oppure aderendo ai gruppi di acquisto, presenti anche online.

Uno stile di vita sostenibile presuppone il risparmio delle materie prime, come il gas e l’energia elettrica; altrettanto importante è fare la raccolta differenziata rispettando le regole del proprio Comune. Limitare gli sprechi consente non soltanto di rispettare la natura ma anche di risparmiare soldi. Usare sempre i coperchi, adeguare le pentole alle dimensioni dei fornelli ed accendere il forno per cuocere più pietanze sono regole semplici e facilmente applicabili.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *