32° Ittiri Folk Festa, con 6 gruppi stranieri e tanti eventi

cile 4Messico, Sri Lanka, Cile, Turchia, Moldavia, Russia e Lazio al 32° Ittiri Folk Festa, festival internazionale di folklore, tradizioni e cultura-Apertura il 20 ad Alghero alle ore 21.30 poi quattro giorni a Ittiri e la chiusura il 25 a Ittireddu- Premio Zenias assegnato al tenore portotorrese Francesco Demuro

C’è un linguaggio universale che accomuna i popoli: la musica e il ballo. C’è un Festival che ha scelto come valori quelli dell’incontro e dello scambio di tradizioni e culture, dove la diversità arricchisce anziché separare. Ittiri Folk Festa celebra l’edizione numero 32 come un allegro volo di farfalle, scelte come simbolo di un festival che ha pochi eguali anche fuori dall’isola per longevità e capacità di coinvolgere non solo la popolazione di Ittiri ma anche quella degli altri centri.

Quest’anno sono sei i gruppi stranieri che animeranno Ittiri Folk Festa:  The Ranranga Dance Academy (SRI LANKA); Ballet Folklorico del Ateneo Fuente – Saltillo (MESSICO); Ballet Folklorico Chileen Integracion – Tarapaca (CILE); The folk dance troupe “Hora-Horita” – Chisinau (MOLDAVIA); Uskudar Municipality Folk Dance Foundation – Istanbul-Uskudar (TURCHIA); Ensemble de Danse “Tchayka” – Yaroslav (RUSSIA). Gli ospiti dalla Penisola arrivano dal Lazio: “I Trillanti”. Naturalmente saranno presenti anche alcuni gruppi sardi. 

EVENTI PRINCIPALI- L’anteprima è ad Alghero giovedì alle ore 21.30 in Piazza Lo Quarter. Venerdì trasferimento a Ittiri per il clou. Si inizia con “Sonos e Ballos” alle ore 21 con alcuni gruppi sardi che proporranno i balli con gli strumenti della tradizione isolana. Sabato alle ore 12 presso il Palazzo Comunale il saluto alle delegazioni straniere e la presentazione del Premio Internazionale Zenias che sarà consegnato al tenore portotorrese Francesco Demuro, acclamato cantante lirico che ha calcato i più prestigiosi teatri mondiali ma proviene dal mondo dei “cantadores a chiterra” come ama ricordare. Sabato sera allo stadio Comunale la prima delle due serate dedicate al ballo (l’altra è domenica) che avrà inizio alle ore 22. Domenica mattina alle ore 11 la Chiesa San Pietro di Ittiri ospita la Messa dei Popoli, alla quale partecipano anche i gruppi stranieri. Alle ore 18 per le vie del centro la Grande Parata dei gruppi ospiti e di quelli sardi. Martedì Gran Finale a Ittireddu nell’area ex Scuole Elementari con inizio alle ore 21. Di alto livello gli eventi culturali proposti che fanno da contorno alla Folk Festa, come sempre coordinati dalla supervisione di Gian Mario Demartis.

LE DICHIARAZIONI della conferenza stampa che si è tenuta in sala Milella dell’Università di Sassari, partner di Ittiri Folk Festa

il coordinatore Ottavio Nieddu <E’ un tracciato ormai profondamente consolidato ma che ogni anno trova nuove energie e occasioni per stupire. Ittiri Folk coinvolge tutti i sensi perché il lunedì c’è anche il festival etnico e del gusto>

il sindaco di Ittiri Antonio Sau <Ringrazio l’associazione Ittiri Cannedu per questi 32 anni di Ittiri Folk Festa, un festival che rende orgogliosa la comunità e perché viene lanciato un messaggio più attuale che mai, oggi che si ha paura del diverso: l’incontro tra popoli e culture differenti. Grazie alla Regione Sardegna che ha riconosciuto l’importanza della manifestazione. Quest’anno il livello dell’intero evento si è innalzato ulteriormente>.

l’assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Ittiri Baingio Cuccu <E’ sicuramente l’evento più grande di questo tipo, sia per la quantità di persone coinvolte nell’organizzazione, sia per il numero di eventi collaterali, sia per la qualità e quantità dei gruppi ospitati>.

il capo gabinetto dell’Assessorato Regionale al Turismo Ninni Chessa <Siamo consapevoli che questi eventi trasformano la Sardegna non più solo in una meta ma anche in un luogo di motivazione che attira i turisti e i viaggiatori. Le ricchezze che abbiamo in Sardegna non sono più sufficienti ad attirare l’attenzione, ma dobbiamo comunicare con forza la nostra grandezza culturale e delle nostre tradizioni e questa manifestazione coi suoi 32 anni va assecondata con forza>

il presidente del premio Zenias Leonardo Marras <Questa è l’edizione numero 15. Premiamo un genio: Francesco Demuro ha iniziato da bambino col canto a chiterra e ora sta girando il mondo come tenore lirico. Rappresenta bene il senso del premio, di chi è testimonial dell’isola in tutto il mondo. Arriverà direttamente da Madrid a Ittiri>.

il coordinatore degli eventi culturali Gian Mario Demartis <Le iniziative culturali sono un valore aggiunto del festival e sono aumentate di numero e richiedono un maggiore sforzo. Le mostre vengono ospitate in case vuote messe a disposizione dei cittadini e non riguardano solo Ittiri>.

Il presidente dell’associazione Ittiri Cannedu Piero Simula <Mi auguro che sia ancora una volta l’esaltazione delle tradizioni e che sia un divertimento all’insegna dell’amicizia>.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *