La salmonella cosa è ?

downloadLa salmonellosi è un’infezione molto comune che nelle forme lievi provoca mal di pancia e diarrea

 

La salmonellosi è un’infezione piuttosto comune che non sempre viene diagnosticata perché la sua evoluzione, moto spesso, è benigna.

 

La salmonella

Dopo l’incubazione, compresa fra le 12 e le 72 ore, la salmonella può manifestarsi con sintomi forti oppure più lievi. Nelle forme più gravi comporta problemi renali e ad altri organi, disidratazione e febbre mentre in quelle lievi causa dolori addominali e diarrea. I soggetti che più facilmente possono andare incontro a gravi episodi di salmonella sono le persone con un sistema immunitario basso, come chi è in là con gli anni o i bambini. La diagnosi avviene attraverso l’esame delle feci del paziente

Nella maggioranza dei casi la salmonella si risolve in pochi giorni e senza nessuna terapia specifica perché il malessere si risolve entro, circa, una settimana. In natura si trovano varie forme di salmonella; si calcola che i sierotipi arrivino ad oltre 2mila. La trasmissione è facile perché può avvenire consumando alimenti contaminati, come per esempio le uova, oppure entrando in contatto con le feci di un animale ammalato.

 

Salmonella, la trasmissione e la prevenzione

La salmonella si trasmette soprattutto consumando alimenti contaminati come il latte o le uova non pastorizzate ed alcune tipologie di carni, come quelle bianche. Per evitare il rischio salmonellosi è bene cuore attentamente, fino al cuore, il pollame e la carne di maiale; le uova devono essere cotte così come il latte. L’infezione po’ derivare anche da frutta e verdura non adeguatamente lavata.

Il rischio di salmonella si può limitare facendo attenzione all’igiene personale e della cucina. Gli alimenti cotti e crudi devono essere separati e non devono venire in contatto, in modo da non provocare una contaminazione crociata. Dopo aver utilizzato le uova, così come il pollo o della carne di maiale, bisogna lavare attentamente le mani e gli utensili impiegati. Per ridurre le possibilità di ammalarsi il consiglio è di ricorrere ad acqua calda e sapone. I taglieri impiegati per cibi crudi non possono essere gli stessi sui quali si sistemeranno quelli cotti. E’ poi necessario non dimenticare la sanificazione dei ripiani della cucina. Le uova non andrebbero mai rotte a contatto con la ciotola che si impiega per lavorare gli altri ingredienti perché si corre il rischio di contaminarli.

La salmonellosi può essere provocata da salse e creme non pastorizzate e da condimenti a base di uova non adeguatamente cotti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *