Il succo di barbabietole fa bene al cervello

barbabietola-500x345Il benessere del cervello si favorisce mantenendolo allenato, facendo attività sportiva e bevendo succo di barbabietole. Il succo di barbabietole potrebbe avere degli effetti positivi sul cervello, anche quando si è in là con gli anni.

L’intelletto, col passare degli anni, può andare incontro ad una serie di disturbi, come la diminuzione della capacità mnemonica. Per preservarne tutte le sue potenzialità è bene seguire una dieta sana, fare movimento e svolgere attività che possano mantenerlo allenato.

 

Il succo di barbabietole e la memoria

Uno studio condotto negli Usa, nel North Carolina presso il Wake forest university ha sottolineato che il succo di barbabietole può far aumentare la connettività relativa alle aree del cervello deputate alla memoria. Lo studio, che ha coinvolto 26 persone con problemi di ipertensione e con un’età superiore ai 55 anni, si è svolto praticando movimento ad intensità moderata per 6 settimane per 3 volte a settimana. Prima di iniziare l’attività fisica, esattamente un’ora prima, una metà dei volontari ha assunti del succo di barbabietole con 560 milligrammi di nitrato. Al termine dell’esperimento i partecipanti sono stati sottoposti ad una risonanza magnetica, così da poter evidenziare lo stato della corteccia somatomotoria. Dai dati è emerso che il succo di barbabietole ha avuto effetti positivi sulle aree del cervello che si occupano di controllare il movimento del corpo. L’indagine ha sottolineato che fra coloro che avevano assunto il succo di barbabietole la connettività cerebrale era maggiore, molto simile a quella riscontrabile nei soggetti meno in là con gli anni.

 

Il succo di barbabietole: dove nasce 

Le barbabietole sono un ortaggio poco utilizzato ma piuttosto salutare e con tante proprietà benefiche. Contengono sali minerali come il potassio, iodio ed il ferro ma anche l’acido folico, indispensabile in tutte le fasi della vita ma, in particolare, durante la gravidanza. Apportano buone percentuali di fibre, indispensabili per saziare a lungo e velocemente. Le fibre inoltre,  sono un aiuto naturale per combattere la stitichezza e preservare la salute del tratto gastrointestinale.

Le barbabietole, che si possono mangiare sia cotte che crude, sono poco costose e molto versatili perché si prestano a ricette dolci e salate. Delle barbabietole non si butta via nulla, neanche le foglie che si possono consumare semplicemente sbollentate oppure in zuppe e minestre.

Le barbabietole hanno vitamina C, vitamine del gruppo B e antiossidanti che inibiscono l’azione dei radicali liberi. Sono adatte agli sportivi, a chi deve combattere astenia e debolezza e agli anemici. Facilmente digeribili sono diuretiche e possono tenere lontane le malattie cardiovascolari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *