Cos’è un fabbro ? Piccoli cenni storici

 

Il Fabbro è uno dei mestieri più antichi del mondo.

Del resto, tra immaginario comune e riferimenti storici c’è chi addirittura fa risalire questa professione ai tempi del Neolitico.

L’uomo fondamentalmente ha da sempre dovuto confrontarsi con la materia che lo circonda, ha da sempre dovuto ricercare nel mondo che lo circondava elementi per procacciarsi del cibo e per garantirsi la sopravvivenza.

La sfida per plasmare la materia e da sempre nelle corde della vita umana, da quando imparò a fondere il rame a quando cominciò a fondere i metalli.

Come riesce a modellare il ferro e costruire, per esempio, un cancello?

Nei tempi antichi, gli artigiani adoperavano grossi forni, azionati da meccanismi collegati ad animali per modellare il metallo.

Oggi le tecniche si sono considerevolmente aggiornate, ma, ancor di più delle tecniche si sono affinate le esigenze di chi richiedete certi servizi.

Se prima era spada, adesso e cancello, se prima era zoccolo, adesso è serratura.

Portare il metallo ad altissime temperature permette di lavorare la materia e di poterla forgiare.

Praticamente il materiale col calore viene reso malleabile,ed in seguito deformato e plasmato in modo da fargli assumere la forma e le funzionalità desiderate.

Questo tipo di lavorazione è stata una delle prime tecniche utilizzate per la lavorazione dei metalli e non solo.

Come si evolve il mestiere del fabbro?

C’è da dire che purtroppo il fabbro ferraio tradizionale è un mestiere che rischia l’estinzione.

Le nuove generazioni non sono molto indirizzate verso questa nobile professione..

Oggi il lavoro del fabbro è molto mutato rispetto alle origini, e si caratterizza per una maggior specializzazione in alcuni settori, tra cui spiccano quelli dei serramentisti o dei carpentieri, con cui il lavoro del fabbro ha numerosi punti in contatto.

Come si diventa fabbri?

Per accedere alla professione di fabbro è necessario svolgere un periodo di apprendistato presso la bottega di un fabbro, durante il quale, con l’affiancamento a fabbri più esperti, si acquisisce una fondamentale esperienza lavorativa diretta, oppure è possibile seguire un apposito corso di formazione riconosciuto che, al termine di un percorso di formazione specifico sui metodi di forgiatura, taglio e saldatura dei prodotti in metallo, attribuisca una qualifica professionale adeguata. Il fabbro deve avere una buona conoscenza delle caratteristiche chimico-fisiche dei metalli, della normativa in materia di sicurezza e igiene sul lavoro (legge 626/94) e alcune basilari nozioni di meccanica generale e termodinamica. Da un punto di vista pratico, il fabbro deve saper applicare le tecniche e gli strumenti di fabbricazione, e deve conoscere i trattamenti effettuati sui prodotti prima della commercializzazione.

Per lavorare nell’officina di un fabbro occorrono inoltre un’ottima manualità, creatività, precisione, capacità di visualizzare gli oggetti nello spazio e flessibilità nell’eseguire diverse lavorazioni, oltre a una buona dose di forza fisica, in quanto alcune attività che rientrano nella professione del fabbro possono essere estremamente impegnative dal punto di vista fisico.

Negli ultimi anni la professione del fabbro è stata infangata da alcuni operatori improvvisati che hanno realizzato diverse commissioni di poco conto, come installare semplici ringhiere dritte a stecche. Tuttavia, un occhio più esperto potrebbe individuare subito le imperfezioni della saldatura o della piazzatura della ringhiera. L’abbassamento drastico dei prezzi, infatti, ha penalizzato i veri professionisti che fanno uso di materiali adeguati, come ferri spessorati, vernici e resine.

Ciononostante, la professionalità di un fabbro è una materia davvero ampia e complessa e richiede un bagaglio di conoscenze pressoché infinito, che abbraccia la merceologia, la metallurgia, il disegno tecnico e le abilità manuali.

Per tirocini e consulenze siamo disponibili presso Fabbro Milano di Super Mario 24.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *