Foggia, ”Estate Calda” l’operazione di contrasto alla ricettazione. Denunciato un uomo

Polizia_controllo-con-telecamera-a-bordo-autoNel pomeriggio di ieri, circa alle 18.00, un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, durante il servizio di controllo del territorio a Foggia, dove opera in supporto alla Squadra Volanti, ha ricevuto un segnale di allerta dal sistema di controllo automatizzato Mercurio, montato a bordo dell’autovettura di servizio.
Nel transitare in via Leone XIII, al passaggio di un’autovettura con una persona a bordo, il sistema ha attivato l’allarme di segnalazione di furto; fermata l’auto, il conducente, un cinquantenne foggiano incensurato, è risultato privo di patente di guida in quanto destinatario di un provvedimento di sospensione della stessa per due anni, emesso dalla Prefettura di Foggia. Il veicolo è risultato oggetto di furto, denunciato circa due anni fa in Questura da un cittadino foggiano che, contattato dagli agenti operanti, ha confermato l’avvenuto furto.
Il T.E. veniva denunciato in stato di libertà per Ricettazione e si è provveduto alla contestazione amministrativa per violazione al Codice della Strada , in quanto era alla guida dell’autovettura con patente sospesa.
Il veicolo è stato riconsegnato al legittimo proprietario.
Prosegue l’incisiva e capillare attività di prevenzione, nell’ambito dell’Operazione “Estate calda” che prevede il Controllo del Territorio nell’intera provincia di Foggia mediante l’ausilio dei numerosi equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, giunti in rinforzo in Capitanata da tutto il territorio nazionale; gli equipaggi, così come quelli dell’UPGSP della Questura, sono dotati di un sistema denominato Mercurio, piattaforma tecnologica della Polizia di Stato utile per il controllo del territorio. Fisicamente è costituito da un tablet con schermo multi-touch e da una telecamera esterna dotata di zoom ottico, utilizzata per la video sorveglianza in mobilità ed il servizio di lettura automatica delle targhe (ANPR). Il tutto è fissato sulla plancia dell’autoveicolo. Il tablet può anche essere rimosso e utilizzato all’esterno.
Il sistema Mercurio consente una geolocalizzazione costante tramite l’invio delle coordinate cartografiche alla Centrale Operativa, che sarà dunque sempre informata in tempo reale sulla posizione delle proprie unità e potrà intervenire in maniere più rapida ed efficace in situazioni di emergenza. Il dispositivo è direttamente collegato alle banche dati SDI e ANIA per la rilevazione immediata di provvedimenti di rintraccio, furti e carenza di copertura assicurativa e revisione dei veicoli.
Tale attività di controllo quotidiana funge da deterrente all’attività criminale e contribuisce ad aumentare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *