Schiacciata di uva, dolce autunnale

Schiacciata di uva, dolce autunnaleLa schiacciata di uva è un dolce tradizionale della Toscana, dove viene preparato durante il periodo della vendemmia. La schiacciata  di uva è una merenda golosa e salutare preparata con tanta uva fresca, di questo dolce non esiste una ricetta unica ma, come avviene sempre con le ricette tipiche, ogni casa ha la sua versione differente.

L’uva è un vero e proprio alimento che apporta numerosi benefici perché contiene antiossidanti e vitamine come la C e la A,. nell’uva troviamo anche minerali come il ferro, il potassio ed il calcio. Il quadro nutrizionale è differente non soltanto in base alla varietà del grappolo ma anche secondo il luogo nel quale è coltivato.

Per godere al massimo delle virtù dell’uva fresca è bene scegliere un prodotto nazionale, colto di recente e ben matura. L’uva si conserva per pochi giorni a temperatura ambiente oppure in frigorifero all’interno di un sacchetto di plastica.

Se si essicca dura davvero a lungo ma apporta più calorie perché gli zuccheri sono maggiormente concentrati.

Dall’antica tradizione greca arriva l’ampeloterapia, ossia la cura dell’uva che permette di depurarsi e sgonfiarsi. L’ampeloterapia non è adatta a tutti e non rappresenta un’alternativa alle cure mediche.

Schiacciata di uva 

Nella schiacciata all’uva nella scelta della frutta alcuni utilizzano soltanto uva fragola mentre altri aggiungono dei semi di anice, succo e scorza di limone. Noi vi proponiamo una ricetta semplice della schiacciata all’uva, facilmente replicabile da tutti, anche da chi non può procurarsi la gustosa uva toscana.

Ecco la ricetta semplice della schiacciata di uva

Ingredienti:

500 grammi di farina

25 grammi di lievito di birra

1 chilo di uva nera matura

Zucchero a velo

100 grammi di zucchero

Stemperiamo il lievito in poco latte tiepido e setacciamo la farina in una ciotola capiente. Versiamo il latte lentamente iniziando ad impastare con un cucchiaio; aggiungiamo poi lo zucchero e l’olio.

Lavoriamo bene, impastando per qualche minuto con le mani fino ad ottenere un panetto sodo.

Diamo la forma di una palla e mettiamo in una ciotola di vetro a lievitare per circa due ore, dopo aver coperto con uno strofinaccio.

Nel frattempo laviamo l’uva, eliminiamo i piccioli e se si vuole i semi interni dopo aver tagliato gli acini a metà. Sul ripiano infarinato stendiamo l’impasto, creando due dischi; mettiamone uno su una teglia imburrata e mettiamo sopra gli acini e poi spolveriamo con poco zucchero a velo. Ricopriamo con il secondo disco e mettiamo in forno per circa 30 minuti a 180 gradi.

Facciamo freddare e serviamo con altro zucchero a velo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *