ARTE: LA ZANARDI ALL’ANTICO FRANTOIO DI MARMOREO

WP_20171006_18_56_17_ProCASANOVA LERRONE- E’ tornata ad esporre nel comprensorio ingauno l’artista padovana Antonella Zanardi. Questa volta la mostra, dal titolo “L’ ombra delle sfere”, è stata infatti ospitata nell’ antico Frantoio di Marmoreo, frazione di Casanova Lerrone, nell’ entroterra albenganese. All’ inaugurazione erano presenti giornalisti, critici, collezionisti ed appassionati d’arte fra cui il giornalista Adalberto Guzzinati, che in passato ha scritto più volte ed ha avuto parole di elogio per le opere esposte dalla Zanardi. L’ edificio che ha ospitato l’evento è di interesse storico ed è stato recuperato grazie ad un intervento finanziato dalla Regione Liguria ed accoglie anche il Museo Permanente dell’ Olivo.

La Zanardi è artista nota al pubblico soprattutto come illustratrice: è originaria del Veneto, ma ormai alassina d’adozione. E proprio la luce ed i colori della Riviera sono alla base della sua ispirazione: “Prediligo la paesaggistica ed il figurativo- ci ha spiegato la stessa Zanardi- ma non legati strettamente ai canoni classici. Nel corso degli anni ho realizzato opere ispirate anche al gusto dell’avanguardia e della sperimentazione”.

Dopo essersi sempre orientata verso la tecnica mista, ha realizzato poi disegni ed illustrazioni tradizionali per libri e racconti, rivolgendosi in seguito all’ acquerello. Di recente ha ripreso anche la tecnica di pittura su pietra che aveva già sperimenato in passato ed in mostra a Casanova Lerrone c’erano proprio decine di pezzi realizzati con questa sua personalissima tecnica.

“Grande maestra nell’ uso della tempera- dice della Zanardi Armando D’Amaro, noto collezionista ed editor- possiede estro grafico e la sovrapposizione di velature di colore e soluzioni stilistiche sempre nuove tendono difficile catalograrla in qialsiasi corrente artistica. La mostra al Frantoio di Casanova è stata una occasione ideale per chi ancora non conoscesse l’ artista per ammirare le sue opere”.

Molto apprezzata da due sue grandi colleghe, le artiste lombarde e “breriane” Alda Fabbrica e Lucia Casti, ha anche in progetto di realizzare un Murales ad Arnasco. Opere dell’ artista alassina di adozione sono esposte in importanti collezioni private. Per avere maggiori informazioni sull’artista o visitare il suo atelier ad Alassio è possibile telefonare al numero 3470765966.

CLAUDIO ALMANZI

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *