Milano, 26 ottobre | All’Anteo il film sui liceali in missione alle Svalbard per studiare il clima

Fondazione OMD_RESEt (4)

Fondazione OMD_RESEt (4)

La Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo organizza una proiezione gratuita

del docufilm RESEt – Una classe alle Svalbard

Un viaggio di istruzione fuori dal comune, nato dall’originale proposta di un professore di liceo e realizzato grazie all’intraprendenza e all’impegno dei suoi studenti. È quanto raccontato nel docufilm RESEt – Una classe alle Svalbard, che sarà possibile vedere giovedì 26 ottobre alle 19 a Milano presso il nuovo Anteo Palazzo del Cinema, piazza XXV Aprile (ingresso gratuito con prenotazione), in occasione della proiezione organizzata da Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo.

Obiettivo della serata è dare visibilità a un’esperienza didattica che ha portato all’attenzione dei ragazzi i temi dell’educazione ambientale e dei cambiamenti climatici, da sempre al centro della mission di Fondazione OMD. Presentato da Filippo Thiery, meteorologo e volto della rubrica meteorologica di Geo, programma di Rai 3 dedicato ai temi della scienza e dell’ambiente, l’appuntamento rappresenterà quindi l’occasione persensibilizzare il pubblico, e specialmente le nuove generazioni, su queste tematiche di forte impatto sulla vita di tutti.

 

RESEt – Research Education Svalbard Experience è infatti un progetto nato dall’idea del prof. Matteo Cattadori, che nel 2014 ha proposto ai propri studenti, una classe del Liceo delle Scienze Umane Fabio Filzi di Rovereto (Trento), un’alternativa alla tradizionale gita scolastica in una città europea: un viaggio oltre il circolo polare alla scoperta delle Isole Svalbard, arcipelago norvegese nel Mar Glaciale Artico, location privilegiata per l’osservazione degli effetti dei cambiamenti climatici.

Il film, presentato fuori concorso all’ultima edizione del Trento Film Festival e ospitato in altre manifestazioni (al Film Festival internazionale di Bansko in Bulgaria e fuori concorso nella sezione educational dell’International Mountain Film Festival Ushuaia SHH) documenta le varie tappe del percorso di preparazione fino all’effettiva realizzazione, nell’estate del 2016, di una vera e propria spedizione scientifica nelle terre abitate più a nord del pianeta, sede di diverse basi di ricerca, tra cui quella italiana gestita dal CNR (Centro Nazionale delle Ricerche). I ragazzi hanno condotto studi di meteorologia, geologia e botanica e studi sui ghiacci e sull’ecosistema marino, simulando le condizioni in cui si trovavano a operare ricercatori ed esploratori a inizio ‘900.

Il viaggio è stato preceduto da due anni di preparazione, che nel film sono raccontati in prima persona dagli studenti, protagonisti di un progetto che non è stato solo di studio ricerca, ma anche di crescita personale e responsabilizzazione: i ragazzi si sono infatti impegnati anche nella raccolta dei fondi necessari ad autofinanziarsi.

La serata sarà preceduta da un aperitivo di benvenuto e seguita da un dibattito a cui parteciperanno anche alcuni degli studenti che hanno partecipato al viaggio.

Per ampliare sempre di più la consapevolezza sui rischi del cambiamento climatico e avvicinare i ragazzi dellascuola superiore al mondo della ricerca scientifica in ambito meteo-climatico, Fondazione OMD organizzerà inoltre nei mesi di novembre e dicembre proiezioni gratuite in diversi istituti di Milano e della Città Metropolitana. Le scuole interessate a partecipare possono compilare la richiesta sul sito fondazioneomd.it.

RESEt – Una classe alle Svalbard

Un film di Alberto Battocchi

Anteo Palazzo del Cinema – Via Milazzo 9, Milano

Ingresso gratuito con prenotazione​https://www.fondazioneomd.it/ landing-reset-milano

Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

Costituita nel 2015, la Fondazione promuove e sviluppa programmi di studio e ricerca nel campo della meteorologia e della climatologia applicate, con particolare riferimento all’ambiente urbano e a tutte le attività che in esso si svolgono: dalla pianificazione urbana alla salute pubblica, dall’energia al settore delle costruzioni, dalla progettazione alla logistica e tutto ciò che riguarda la sostenibilità di attività e sistemi antropici.

Svolge inoltre attività didattiche, di sensibilizzazione e divulgazione delle tematiche e dei risultati delle ricerche supportate, con l’obiettivo di valorizzare e rendere disponibile tale patrimonio, a partire da quello della propria biblioteca, che consta di oltre 3.000 titoli tra libri, riviste e pubblicazioni.

Possiede inoltre una rete nazionale di stazioni meteorologiche urbane di qualità certificata. Dati, rilevazioni e osservazioni ricavati grazie alla rete vengono utilizzati per realizzare e promuovere studi di climatologia e meteorologia in collaborazione con organismi istituzionali e realtà accademiche di rilevanza nazionale ed internazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *