La dama del Lago il fantasma di Viverone

La dama del Lago il fantasma di ViveroneLa dama del Lago è il nome dato al fantasma di una giovane donna che si manifesta vicino al Lago di Viverone, in Piemonte. Secondo la leggenda la dama del Lago è incatenata sulle sponde del Lago di Viverone perché cerca disperatamente il suo fidanzato inghiottito insieme al borgo di San Martino.

La dama del lago e il borgo di San Martino

La storia della dama del Lago, che si svolge a Viverone, rimanda al misterioso, ma realmente esistito, villaggio San Martino, fondato dall’omonimo santo.

Un giorno durante un viaggio San Martino arriva nella città di Ivrea dove decide di chiedere ospitalità per la notte. Il santo non trova nessuno che lo accolga e così è costretto a proseguire il suo viaggio. Giunge fino al Lago di Viverone dove, nei pressi di Anzasco, fonda un borgo col suo nome: San Martino.

Gli abitanti di San Martino non si dimostrano particolarmente caritatevoli ed accoglienti. Viene mandato in paese un angelo con le sembianze da mendicante e soltanto in pochi si dimostrano disponibili ad accoglierlo.

La punizione per il borgo non tarda ad arrivare. Il Lago di Viverone si ingrossa velocemente ed inghiotte interamente San Martino e i suoi cittadini. Gli unici a salvarsi sono stati coloro che avevano accettato la presenza del mendicante a casa loro.

Per ricordare a tutti il monito della carità ancora oggi si sentono suonare le campane della Chiesa del borgo di San Martino. La leggenda di San Martino prosegue con la storia del fantasma della dama del Lago.

La dama del Lago

Il fantasma della dama del Lago si aggira da secoli lungo le sponde del Lago di Viverone e qui la dama del Lago cerca disperatamente il suo fidanzato comparendo soprattutto durante le notti di luna piena.

Il promesso sposo della dama del Lago sarebbe stato inghiottito dalla piena del Lago e qui giacerebbe. La leggenda racconta che la coppia di innamorati avrebbe dovuto convolare a nozze presso la bella Chiesa di San Martino. Purtroppo il loro sogno d’amore si infrange perché lui non riesce a mettersi in salvo dalla furia delle acque.

Il dolore della perdita del suo amato è così forte che ancora oggi la dama del Lago va alla sua ricerca.
Il suo spirito si aggira disperatamente vicino al Lago di Viverone nella speranza di poterlo ritrovare e così potersi riunire per sempre.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *