Milano Passeggiate interculturali “Migrantour” e itinerario nella “Milano agricola

Header_RaiseYourVoice3Milano, 6 novembre 2017 – Un’intera giornata dedicata a docenti ed educatori, con numerosi laboratori e visite guidate

In particolare, segnaliamo gli itinerari della Milano agricola condotti da studenti della scuola secondaria I.S.S Varalli: un percorso, destinato soprattutto ai più giovani, attraversa luoghi un tempo paludosi e boscosi, oggi territori agricoli o fortemente urbanizzati. Si parte dal Naviglio Pavese in via della Chiesa Rossa (raggiungibile comodamente con la linea MM2 fermata Abbiategrasso) all’altezza della Basilica di Santa Maria la Rossa “Ad Funticulum”. Si visita la Biblioteca della Cascina Grande Chiesa Rossa, all’interno del Parco del Ticinello, facente parte del Parco Agricolo Sud Milano, verso la Cascina Campazzo. La cascina, di origine settecentesca, è a 4 chilometri dal Duomo, ed è recentemente passata sotto la proprietà del Comune. È una delle 14 cascine ancora produttive a Milano che utilizzano le marcite, l’antico sistema di irrigazione che permette di avere foraggio anche d’inverno.
L’I.I.S. Varalli, che da 40 anni forma figure professionali polivalenti in ambito turistico, propone visite guidate in città in 5 lingue, condotte dagli studenti

Da non perdere poi le passeggiate interculturali “Migrantour” promosse da Viaggi Solidali alla scoperta dei quartieri trasformati dalle migrazioni, per scoprire il valore della diversità culturale e del dialogo. La prima, “Porta Venezia: Dai Promessi Sposi al Corno d’Africa” partirà alle 9.45 dalla Chiesa Ortodossa, via San Gregorio 5. La seconda, “via Paolo Sarpi – T’el chi China Town!” partirà alle 16.00 dalla Mediateca Santa Teresa.
Il progetto Migrantour propone la centralità della dimensione dell’incontro e del dialogo interculturale, con l’idea che un itinerario di turismo urbano in compagnia degli “accompagnatori interculturali” possa rappresentare un modo innovativo e originale di imparare a conoscere il territorio della città e riflettere sul rapporto tra persone e culture nel mondo contemporaneo.
L’esperienza autobiografica dei migranti, nonché i prodotti alimentari e gli oggetti artigianali che verranno illustrati, le “pillole linguistiche”, i racconti, le storie e gli incontri che scandiranno gli itinerari trametteranno ai partecipanti i principali contenuti formativi della passeggiata.
 

La partecipazione a tutte le iniziative è gratuita previa iscrizione a questo link.


 

Il Seminario internazionale “Raise your Voice, DEAR!” rappresenta il momento culminante del progetto EAThink che negli ultimi tre anni ha coinvolto oltre 4000 insegnanti e 29mila studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado per promuovere strumenti critici di educazione e formazione sulle sfide dello sviluppo globale.

L’incontro ideato e promosso da Fondazione ACRA nasce come occasione di riflessione e di scambio di buon pratiche sull’Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG), richiamata negli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu e a livello italiano di rencente anche nel Piano Nazionale per la Formazione Docenti del MIUR 2016. In Italia l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo è impegnata nell’elaborazione di una nuova Strategia Nazionale questi temi.

Qui il programma delle due giornate

L’evento è organizzato da Fondazione ACRA in collaborazione con CISV Onlus, CoLomba Mediateca Santa Teresa, con il contributo dell’Unione Europa e di Fondazione Cariplo; con il patrocinio dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, del Comune di Milano e di Fondazione Pubblicità Progresso, con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e il patrocinio della Città Metropolitana di Milano.

L’iniziativa rientra inoltre nel programma del Festival della Comunicazione Sociale e nella rassegna Dire Fare Educare del Comune di Milano

Venerdì 10 novembre sarà presentato il nuovo kit “Il cibo che scegliamo”, una cassetta degli attrezzi per portare in classe le questioni globali connesse alla sovranità alimentare: biodiversità, agricoltura sostenibile, sementi, diritto al cibo, spreco alimentare, impatto sociale e ambientale della pesca e tante altre. La pubblicazione è scaricabile gratuitamente in pdf dal sito www.eathink2015.org. Nella stessa sezione sono già presenti anche gli oltre 150 percorsi in 12 diverse lingue elaborati dal progetto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *