EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Marocco: avanza l’industria automobilistica

L’industrializzazione automobilistica del Marocco prende strada giusta verso la leadership africana: Avviati 26 investimenti nel settore

L’industrializzazione automobilistica del Marocco prende la sua strada giusta verso la leadership africana e araba musulmana, cosi, il Re Mohammed VI ha presieduto, lunedì 11 dicembre 2017, al Palazzo Reale di Casablanca, la cerimonia d’avvio di 26 investimenti industriali nel settore dell’automobile, di un importo globale di 13,78 miliardi di dirham.
Questi nuovi investimenti attestano la posizione costante del settore industriale del Regno su attività ad alto valore aggiunto, la fiducia di operatori di fama internazionali nel programma industriale nazionale, e attestano il cambiamento di dimensione industriale in corso che si sposta verso un modello economico forte consolidando la sua marcia verso le nazioni emergenti.
In questo evento è stato illustrata l’evoluzione del settore industriale automobilistico nazionale negli ultimi anni grazie al Piano d’Accelerazione Industriale, iniziato il 2 aprile 2014, e grazie alle misure d’accompagnamento adottate per un’attuazione ottimale di questo piano ambizioso, in particolare in materia di formazione.
Per il ministro dell’Industria, dell’Investimento, del Commercio e dell’Economia Digitale, Moulay Hafid Elalamy: “Il Piano d’Accelerazione Industriale e gli ecosistemi sono impulsi reali dell’accelerazione industriale in marcia”, notando che i 26 investimenti avviati nell’industria dell’automobile introducono nuove specializzazioni in Marocco, rafforzano l’integrazione locale, aumentano il tessuto produttivo, e offriranno 11.568 posti di lavoro diretti.
Sui 26 investimenti, son ben sei progetti dell’ecosistema Renault che sviluppa una piattaforma mondiale d’approvvigionamento dal Regno. Il produttore francese conta un miliardo d’euro all’anno dal Marocco e raggiunge un tasso d’integrazione locale del 55%.
Tredici investimenti saranno realizzati nel quadro dell’ecosistema PSA Peugeot per far emergere un polo industriale d’eccellenza a Kenitra. Cinque altri investimenti si inseriscono nel quadro di attività dell’ecosistema “cablaggio e connessione”, lanciato nell’ottobre 2014 e infine due investimenti nel quadro dell’ecosistema Valeo.
Quest’ecosistemi hanno permesso la creazione di oltre 80.597 posti di lavoro, cioè 90% dell’obiettivo del 2020. Nel 2016 Hanno generato un fatturato d’export di 60 miliardi di dirham, cioè un aumento di 50% rispetto a 2014.
Alla cerimonia della firma hanno partecipato Marc Nassif, Direttore generale del gruppo “Renault Maroc”, Jean Christophe Quemard, direttore della regione Africa – Medio Oriente del gruppo PSA Peugeot, Jean Luc Di Paola, vicepresidente del gruppo Valeo, Hakim Abdelmoumen, presidente dell’Associazione Marocchina per l’Industria ed il Commercio dell’Automobile (AMICA), il Capo del governo, il presidente della Camera dei consiglieri, i consiglieri del re, i membri del governo, i rappresentanti del corpo diplomatico accreditato in Marocco, di operatori economici e di altre personalità.
Cosi, l’industria automobilistica incarna interamente il risultato tangibile della strategia industriale del Regno marocchino.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION