EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La depressione invernale

La depressione invernaleLa depressione invernale spesso si manifesta nelle giornate uggiose, quando è facile sentirsi di malumore, scontenti e particolarmente tristi. La depressione invernale è un disturbo reale e molto diffuso ma affrontabile nel giusto modo. Occorrerà ad esempio fare maggior attività fisica all’aria aperta e curare l’alimentazione con alimenti colorati e di stagione.

La depressione invernale cosa è

Le giornate invernali sono uggiose e corte e possono favorire l’insorgenza della depressione invernale. In tanti tra noi, durante la stagione fredda, accusano tristezza, astenia e malumore.

Una ricerca scientifica svolta presso la Brigham youg uiversity, dai dipartimenti di fisica e psicologia, ha rivelato che le cattive condizioni meteorologiche possono influenzare il tono dell’umore. Gli studiosi hanno preso in esame il numero di pazienti che si sono rivolti agli psicologici e li hanno collegati con le ore di sole, la temperatura e le eventuali precipitazioni. Dai dati si evince che il numero di persone che soffre di depressione e tristezza aumenta d’inverno.

Lo scarso irraggiamento solare, la pioggia ed il freddo sono corresponsabili del senso di stanchezza e di malumore che scompare all’arrivo della bella stagione. Da tempo, è stato sottolineato che esiste un legame fra le condizioni meteo e l’umore, soprattutto per coloro che sono più sensibili ai cambiamenti relativi al numero di ore di sole. Già a partire dall’autunno le giornate si abbreviano per accorciarsi ulteriormente d’inverno quando, a ciò si aggiunge spesso la pioggia e le temperature basse.

I sintomi principali della depressione invernale sono il cattivo umore, la malinconia, l’astenia e il desiderio di non uscire di casa. Non di rado, la tristezza è accompagnata da episodi di fame nervosa, che inducono a mangiare cibi gratificanti come dolci, cioccolato e carboidrati.

Depressione invernale, come affrontarla

La depressione invernale deve essere curata sempre rivolgendosi ad uno specialista. Per ridurre i sintomi è importante seguire uno stile di vita attivo e una dieta sana e variata.

Stare all’aperto, concedersi una passeggiata nel verde, dedicarsi ad un’attività piacevole e gratificante può migliorare effettivamente il tono dell’umore. Per ritrovare l’equilibro psicofisico è utile lo sport, da praticare dopo essersi sottoposti ad una visita medico sportiva. Il movimento aiuta il buon umore, riduce lo stress e le tensioni e permette di aumentare la produzione di endorfine, l’ormone del benessere.

Il tono dell’umore si può migliorare mangiando bene e consumando frutta e verdura fresca e di stagione, come gli agrumi, le zucche, i carciofi e le castagne;ottima anche la frutta secca, perché contiene grassi buoni e sali minerali. Il buonumore si raggiunge con i latticini, la carne ed il pesce, soprattutto se azzurro.

Preziosi alleati sono i cereali integrali che contengono fibre, sali minerali e vitamine, come quelle del gruppo B.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION