EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il miglior fondo pensione è online? Boom di ricerche su internet

 

Non è facile dire in assoluto quale sia il miglior fondo pensione sottoscrivibile perché ci sono diverse variabili che incidono nella scelta personale: gli anni che mancano alla pensione, la predisposizione al rischio di investimento, lo stipendio mensile etc. Quello che però possiamo affermare con relativa certezza è che, in tempi di crisi economica e soprattutto occupazionale come quella attuale, la previdenza complementare diventa una necessità per assicurarsi una vita dignitosa anche quando si smette di lavorare.

E per fortuna in questo senso c’è una maggiore consapevolezza tanto che si inizia a pensare alla pensione integrativa anche da giovani in modo da avere più anni per accumulare un capitale consistente senza dover versare importi troppo alti mensilmente.

Nella ricerca del miglior fondo pensione sempre più giovani si rivolgono ad internet come dimostrano i dati statici degli ultimi mesi. Il 65% delle ricerche per il fondo integrativo su internet provengono da persone under 44enni: di questi il 32% sono giovanissimi tra i 25 e i 34 anni e il 26% lavoratori di età compresa tra i 35 e i 44 anni d’età. Proprio per adeguarsi meglio alle esigenze di giovani sottoscrittori, con il tempo molti fondi pensione online sono diventati più flessibili permettendo ad esempio di attingere a parte del capitale versato in caso di eventi come malattia, acquisto prima casa, ristrutturazione immobili etc dopo qualche anno dal primo versamento.

Il miglior fondo pensione in base al tipo di lavoro

Come abbiamo accennato sopra, il miglio fondo pensione su misura non dipende solo dall’età del richiedente ma anche da altri fattori. Così possiamo ad esempio individuare alcuni trend nella ricerca legati alla professione degli utenti. Il 57,9% delle richieste di informazioni sui fondi pensione proviene da dipendenti privati, probabilmente perché quest’ultimi hanno una maggiore sicurezza nel poter assumere impegni economici a lungo termine.

L’obiettivo della previdenza complementare dovrebbe essere quello di coinvolgere maggiormente e sensibilizzare lavoratori autonomi e donne (perché in questo campo emergono ancora differenze di genere con il 59% delle richieste di informazioni provenienti da uomini). Anche perché sono proprio le pensioni future di donne, precari e autonomi a rischiare di essere maggiormente penalizzate.

Tu hai già pensato alla tua pensione integrativa? Scopri qual è il miglior fondo pensione per te!

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION