EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La dama bianca il dolce fantasma al castello di Verres

La dama bianca è il dolce fantasma che alberga al castello di Verres in valle d’Aosta. Il vero nome della dama bianca è Bianca Maria Scappardone.  Si manifesta sfiorando dolcemente i visitatori, materializzandosi nelle stanze del castello e causando terribili rumori.

La dama bianca, la storia

La dama bianca è il leggiadro fantasma del castello di Verres, in Valle d’Aosta. Bianca Maria Scappardone, nota come dama Bianca, è una bellissima contadina vissuta a Verres nel 1522.

Il fascino della dama bianca non passa inosservato ai signori locali ed in particolare al conte Renato di Challant che presto se ne innamora perdutamente. Lei accetta la proposta di nozze ed inizia a condurre un’esistenza lieta e dorata. Si trasferisce al castello raggiungendo l’obiettivo di vivere nel lusso.

Quando muore il conte la dama bianca sposa un Savoia ma la giovane inizia ad intrecciare altre relazioni amorose. Il suo comportamento lontano dai canoni attira commenti e malvagità come l’esser la mandante dell’omicidio di Ardizzino Valperga.

La contessa deve far fronte soprattutto all’odio del capitano delle guardie segretamente innamorato di lei e furibondo per non esser corrisposto. Nel vano tentativo di difendere la sua vita e reputazione la dama bianca progetta l’assassinio del capitano delle guardie ma viene scoperta. E’ condannata alla decapitazione, senza appello. La sua sentenza di morte è eseguita nel 1526. Immediatamente fra le mura del castello e nei pressi è stato avvistato un fantasma con le sembianze di una donna meravigliosa.

Ancora oggi chi visita il maniero di Verres può incontrare la dama bianca che si aggira nei luoghi dove è stata felice.

 

La dama bianca ed il castello di Verres

Il fantasma si aggirerebbe fra le stanze del castello che in origine ebbe una funzione prettamente militare.

L’edificazione del maestoso maniero risale al XIII secolo e si deve ai signori De Verretio. In seguito la proprietà passa ai Challant fino al XVIII secolo che lo ristrutturano in residenza signorile; dopo un periodo di abbandono è stato ristrutturato per volontà di alcuni intellettuali.

Oggi è visitabile e permette di godere di un panorama meraviglioso sulla Val d’Ayas.

La caratteristica forma a cubo dell’edificio è ingentilita da raffinate opere in pietra che ornano porte e finestre. Il castello di Verres custodisce degli eleganti caminetti e una grandiosa scalinata.

About the author

POTREBBE INTERESSARTI

JOIN THE DISCUSSION