EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Energia elettrica: risparmi per chi fa lavori di manutenzione

Il 2018 è un anno molto “fervido” dal punto di vista delle novità riguardanti la fornitura di energia elettrica. Consultando Eviva Energia ci si può tenere informati su tutte le migliori offerte di luce e gas. Ma intanto vediamo cosa c’è di nuovo dal punto di vista normativo riguardo a questo settore.

La Legge di Bilancio ha messo nero su bianco diverse disposizioni che interessano, su diversa scala, i consumatori.

Tra gli interventi previsti c’è anche quello che incentiva i lavori volti al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Si tratta di detrazioni e incentivi previsti mediante un bonus.

Ecobonus 2018: ecco cosa prevede e a chi è riservato

Una detrazione fino al 65% della spesa è prevista per chi dovesse mettere in atto un intervento di miglioramento energetico che incida almeno sul 20% del fabbisogno annuo di energia elettrica, rispettando i requisiti del DM di marzo 2008 riguardo alle coibentazioni di strutture opache verticali e orizzontali.

Ma quali sono i tipi di intervento che danno accesso all’Ecobonus, con detrazioni fino al 65%? Tra i principali troviamo:

– interventi sostitutivi di caldaie tradizionali con caldaie a pompe di calore;

– sostituzione di climatizzatori invernali con caldaie a condensazione (di efficienza classe A);

– interventi di installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda;

– acquisto di dispositivi tecnologici per controllare da remoto gli impianti di riscaldamento e di climatizzazione.

Finora abbiamo visto gli interventi che possono portare a una detrazione del 65%

Ora vediamo quali sono i lavori che prevedono una detrazione del 50%. Tra essi figurano alcuni acquisti, da realizzare necessariamente entro la fine del 2018. I principali sono:

– l’acquisto di schermi solari;

– l’acquisto di finestre con infissi;

– l’acquisto di impianti di climatizzazione invernale dotati di caldaie a biomassa.

In tutti questi casi, la detrazione viene applicata o sull’Irpef (reddito persone fisiche) o sull’Ires (reddito delle società) e deve essere divisa in dieci rate annuali del medesimo importo.

Ecobonus per i condomini prorogato fino al 2021

Un’altra buona notizia è quella che riguarda l’Ecobonus previsto per i condomini. In questo caso la detrazione è stata prorogata fino al 2021.

Tutti i lavori riguardanti le unità di cui è composto il condominio possono usufruire di una detrazione del 70% nel caso in cui sia interessato oltre il 25% dell’edificio, mentre la detrazione arriva al 75% se viene migliorata la prestazione energetica sia invernale che estiva dell’edificio stesso.

Ancora maggiori saranno gli incentivi per gli interventi su edifici che siano situati nelle zone sismiche 1, 2 e 3, non solo per la riduzione del rischio sismico ma anche per una riqualificazione sul piano energetico. In questo caso la detrazione sarà dell’80% nel caso in cui, attraverso i lavori, si passasse ad una classe energetica inferiore e dell’85% se fosse di due classi inferiori.

La detrazione viene divisa in dieci quote dello stesso importo e viene calcolata su un importo massimo di 136 mila euro, da ripartire rispetto alle unità che compongono l’edificio. Per questa fattispecie la cifra complessiva è determinata dalla somma di 96mila euro prevista per il Sisma bonus più 40mila euro dell’Ecobonus.

Anche gli IACP (Istituti autonomi per le case popolari) a partire da quest’anno possono beneficiare di detrazioni (tra il 70 e il 75%) per gli interventi di riqualificazione energetica.  Inoltre c’è da aggiungere che la possibilità della cessione del credito che corrisponde alla detrazione venga estesa anche alla riqualificazione effettuata sulle singole unità abitative, e non più solo alle parti condominiali comuni.

I contribuenti con meno di 8.000 euro di reddito nel 2017 che non hanno provveduto al pagamento degli oneri quest’anno avranno la possibilità di cedere il loro credito d’imposta anche a banche e intermediari finanziari per effettuare lavori sul singolo appartamento.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION