EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Perché accedere ai corsi di formazione professionale?

corsi di formazione professionale rappresentano una delle opportunità a disposizione degli studenti che, concluso il percorso delle scuole medie, hanno la necessità di capire quale lavoro vorranno svolgere da adulti. I percorsi di istruzione e formazione professionale hanno lo scopo di mettere a disposizione dei ragazzi e delle ragazze la possibilità di imparare a tutti gli effetti un mestiere in tenera età, in modo tale che essi possano conseguire una qualifica professionale da spendere subito sul mercato del lavoro. Ovviamente anche in tali articolazioni è previsto lo studio dell’italiano, della matematica, delle lingue o della storia, vale a dire le materie da cui l’istruzione secondaria non può prescindere.

Come funziona l’istruzione professionale

corsi di formazione professionale fanno parte del sistema IeFP dall’anno scolastico 2010/2011: sono due i percorsi che possono essere scelti, della durata di 3 o di 4 anni. La competenza è delle singole Regioni, a cui è delegata anche la loro gestione: i percorsi di 3 anni permettono di ottenere una qualifica professionale, mentre quelli di 4 anni consentono di conseguire un diploma. In tutti e due i casi, comunque, si tratta di titoli che sono riconosciuti non solo in tutta Italia, al di fuori della regione di riferimento, ma anche nella Ue. Non va dimenticato, poi, che i ragazzi e le ragazze che hanno già compiuto 15 anni hanno l’opportunità di svolgere un apprendistato di primo livello, che a sua volta è una via di accesso per il conseguimento di una qualifica professionale. Su richiesta dello studente, dopo i primi due anni può essere rilasciato il certificato delle competenze di base che sono state acquisite per assolvere l’obbligo di istruzione.

I corsi più apprezzati dagli studenti

Per capire quali sono i corsi professionali più apprezzati dagli studenti che escono dalle scuole medie si può fare riferimento ai dati forniti dal Miur, il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, in relazione all’anno scolastico in corso. Il report sul tema permette di verificare che poco meno del 6% degli iscritti ha deciso di assolvere l’obbligo scolastico dedicandosi alla formazione professionale: la percentuale ha fatto registrare una leggera discesa rispetto al ciclo precedente, corrispondente a circa 7mila unità in meno. Tra coloro che hanno optato per l’istruzione professionale, quasi l’88% dei ragazzi si è rivolto a un centro di formazione; gli altri, invece, hanno deciso di restare nello stesso istituto scolastico e di approfittare dei corsi di sussidiarietà complementare. Questi ultimi sono corsi che vengono messi a disposizione con la collaborazione degli istituti professionali: gli studenti che sono iscritti ai percorsi della durata di cinque anni viene concessa l’opportunità di ottenere una qualifica triennale già dopo il terzo anno. In effetti, quasi due terzi dei ragazzi sceglie di fermarsi al triennio.

Quali lavori si possono svolgere

Ma quali sono i lavori che possono essere svolti dopo aver preso parte a uno di questi corsi professionali? Nel complesso sono più di venti le figure di riferimento in Italia: è il caso dell’operatore edile e dell’operatore amministrativo, per esempio, ma anche dell’operatore grafico e dell’operatore agricolo. Al momento gli indirizzi professionali che ottengono il maggior numero di adesioni sono quelli che hanno a che fare con i motori, con la ristorazione e con il benessere. Più nello specifico, oltre il 30% degli iscritti è interessato a diventare un operatore del benessere, mentre i corsi per operatori della ristorazione attirano uno studente su cinque. Gli stessi dati si trovano anche nella valutazione dei corsi proposti in regime di sussidiarietà complementare, anche se in questo caso la figura di operatore della ristorazione viene al terzo posto, dopo quella di operatore alla riparazione dei veicoli a motore.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION