EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Gli strofinacci della cucina potenzialmente pericolosi per la salute

Gli strofinacci della cucina possono ospitare germi e batteri potenzialmente pericolosi per la salute. Uno studio scientifico ha dimostrato che negli strofinacci della cucina sono presenti stafilococchi aurei, coliformi ed altri.

Per preservare il benessere è opportuno lavarli con regolarità utilizzando acqua calda.

Gli strofinacci da cucina e i batteri

Gli stracci impiegati in cucina possono ospitare grandi quantità di germi. Una ricerca scientifica svolta dall’università di Mauritius ha dimostrato che si trovano stafilococchi aurei, enterococchi ed altri agenti patogeni. Gli strofinacci maggiormente a rischio contaminazione sono quelli umidi dove nel 36.7% dei casi erano presenti enterococchi.

Altrettanto sporchi quelli utilizzati per più di una funzione, per esempio per asciugare i piatti e le mani. Gli scienziati hanno sottolineato che la biancheria meno pulita è stata ritrovato nelle abitazioni dove il numero dei componenti è maggiore e dove ci sono bambini. Dai risultati è emerso che i coliformi erano più diffusi nelle case di coloro che non seguono una dieta vegetariana e nei tessuti umidi.

Invece, sono più contenuti nel caso gli stracci siano riservati ad un’unica funzione,

Gli strofinacci da cucina, come lavarli

Per evitare possibili intossicazioni è fondamentale cambiarli spesso.

Inoltre, così come si fa con le spugnette è preferibile che ogni straccio abbia la sua funzione. Se si asciugano le mani non si deve usare per le stoviglie o per le altre superfici.

E’ indispensabile ricorrere all’acqua calda e se si preferisce la lavatrice selezionare un programma non inferiore ai 40 gradi. In commercio si trovano numerosi additivi che permettono di eliminare la maggioranza di batteri anche a basse temperature.

Per ridurre il rischio di andare incontro a problemi di salute bisogna seguire alcune regole igieniche come lavare le mani con sapone ed acqua calda prima di iniziare a cucinare e a mangiare ma anche dopo aver toccato carni e pesci crudi o verdure sporche.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION