EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Quali sono i corsi obbligatori per la sicurezza sul posto di lavoro?

Tutti i lavoratori che all’interno di una particolare sede aziendale si dedicano a una specifica attività professionale hanno l’obbligo di seguire una formazione obbligatoria in tema di sicurezza sul lavoro, che si articola in due parti differenti: una specifica, a seconda del livello di rischio che contraddistingue il settore di competenza, e una generale, che è comune a tutte le imprese dal momento che riguarda argomenti fondamentali di carattere generale. Il livello di rischio può essere classificato come basso, medio o alto: il rischio basso riguarda i commercianti, gli agenti turistici, gli artigiani, i ristoratori e gli ambulanti; il rischio medio riguarda i trasportatori, gli allevatori, gli agricoltori e gli impiegati della pubblica amministrazione, compresi i docenti; il rischio alto, infine, riguarda gli addetti che sono impegnati nella lavorazione di sostanze pericolose, come per esempio quelli del settore chimico e del settore edile.

Il corso RSPP

Il corso RSPP mette a disposizione del lavoratore gli strumenti indispensabili per prevenire i rischi sul luogo di lavoro e per garantire una protezione adeguata. RSPP è l’acronimo di Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione: si tratta della figura professionale che ha il compito di elaborare una formazione interna del personale, di segnalare i rischi che sono presenti in azienda e di valutare i rischi sul posto di lavoro con la collaborazione del medico aziendale e del titolare. Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione è deputato a redigere un piano con le misure di sicurezza adeguate ai rischi e deve essere presente in qualsiasi azienda: non è detto che corrisponda sempre al datore di lavoro, dal momento che in alcuni casi può corrispondere a una persona esterna, sempre selezionata dal datore di lavoro. A seconda della classe di rischio, si può ottenere la qualifica dopo un corso da 16 ore, da 32 ore o da 48 ore. Il titolo di RSPP può essere ricoperto dal titolare unicamente nelle aziende ittiche, nelle aziende zootecniche, nelle aziende agricole, nelle aziende artigiane e nelle aziende industriali con meno di 30 lavoratori.

Il corso RLS

Il corso RLS è, invece, quello che serve a formare il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, che ha – tra l’altro – il compito di consultare i diversi organi aziendali che sono coinvolti nella sicurezza sul lavoro. Anche questo rappresentante deve essere presente in tutte le aziende: egli è deputato a promuovere misure di prevenzione finalizzate alla tutela della salute di chi è presente sul posto di lavoro e a informarsi a proposito della formazione, realizzata – per esempio – attraverso un corso antinfortunistica. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza può essere eletto tra le rappresentanze sindacali o tra i dipendenti, mentre i corsi relativi variano a seconda del numero di lavoratori. Il ricorso alle autorità è obbligatorio in tutte quelle circostanze in cui siano considerate non adeguate le attività di prevenzione svolte.

I corsi per gli addetti antincendio

Anche i corsi per gli addetti antincendio rientrano tra gli obblighi per le aziende: questo è un altro caso in cui si ha a che fare con una formazione differenziata a seconda del livello di rischio che caratterizza l’azienda. Se l’impresa non supera i 5 dipendenti, il ruolo di addetto antincendio può essere svolto anche dal titolare. Il corso permette di acquisire le competenze utili per la redazione di un piano antincendio e per l’istruzione dei dipendenti in relazione al rispetto della normativa in materia.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION