EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

“La Mano Destra della Storia, La demolizione della Memoria e il problema Storiografco in Sardegna” : conferenza a Sassari

Terzo appuntamento al Ticcu socialclub di Vicolo del Campanile, per il festival dell’archeologia letteraria ideato da Pietrino Sechi in collaborazione con Heliogabalus. Le prime due date, hanno confermato il grande interesse verso l’argomento, con un notevole successo di pubblico, nonostante il grande caldo di queste ultime settimane. Lunedi 6 Agosto, a partire dalle 19:30, Fiorenzo Caterini presenta: “La Mano Destra della Storia, La demolizione della Memoria e il problema Storiografco in Sardegna”. Caterini è antropologo, scritore, studioso di storia, ambiente e cultura della Sardegna, lavora nel Corpo Forestale regionale con l’incarico di Comandante di Stazione, parlerà dei processi di oscuramento della storia e di decostruzione della memoria in Sardegna. A pochi mesi dalla sua uscita il suo libro è già alla seconda ristampa con decine di presentazioni efetuate in giro per l’isola.

La storiografia, in Sardegna forse più che altrove, è una “presa di distanza”, un perpetuo esercizio di critica nei confronti della storia che sorge, spontanea, fuori dalle righe, e finisce per limitarsi ad una mano destra che osserva e critica l’opera della mano sinistra.” Partendo dal concetto di egemonia culturale e dagli studi sul “sistema mondo”, l’autore indaga, perciò, sul problema storiografico sardo, sui processi di nazionalizzazione della storia, sui condizionamenti post-coloniali, e sulla tipica prospettiva diffusionista ed etnocentrica della storiografia occidentale che la cultura si sia diffusa per contagio e non possa nascere, indipendentemente, in luoghi e tempi diversi. Una prospettiva funzionale alle politiche di sopraffazione politica, militare ed economica in atto nel pianeta. Un’analisi critica alla consueta prospettiva storiografica, che finalmente considera la “mano destra della storia”, ovvero il centro di produzione storiografico, i suoi rapporti con l’egemonia culturale e con i processi di nazionalizzazione.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION