EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’INTERVISTA. E.R.A. Guardie Zoofile Ambientali, a Foggia e per Foggia. Ce ne parla il Comandante Nino Valenti

Dovrebbe averla ogni città d’Italia. I suoi servizi, anno dopo anno, non solo ha migliorato la qualità della vita dei cittadini, bensì ha contribuito a rendere la città di Foggia più responsabile. Certo, tutti vorremmo che si faccia di più. Ma da un gruppo di volontari che lavorano come dipendenti comunali, senza retribuzione, solo per amore verso la città, la natura, gli animali, non possiamo pretendere ciò che non gli spetta. Eppure le Guardie Zoofile e Ambientali dell’E.R.A. di Foggia lo fanno. Sempre in mezzo alla gente, attenti a tutto e tutti, collaborando gomito a gomito con le Forze dell’Ordine e in particolare con la Polizia Municipale, sono quelle donne e quegli uomini vestiti in grigio-verde che vediamo laddove c’è un problema. La sezione di Foggia dell’E.R.A. Guardie Zoofile e Ambientali è nazionale ed è attiva 24 ore su 24 su tutto il territorio della Capitanata. Molte volte la vediamo adoperarsi per il servizio d’ordine di eventi cittadini, sempre attiva per il controllo e tutela degli animali e dell’ambiente. Ma sono anche Protezione Civile e Polizia Giudiziaria, perciò composta da personale addestrato a tal fine. L’ultimo intervento, in ordine cronologico, è la messa in sicurezza e bonifica di un’area cittadina interessata da rifiuti pericolosi. Difatti il 03 agosto 2018 l’E.R.A. è stata impegnata, congiuntamente con al Polizia Municipale di Foggia, a mettere in sicurezza alcuni pannelli di amianto abbandonati da ignoti in prossimità dei cassonetti dei rifiuti, precisamente in Via Giulio De Petra. Come al solito chi abbandona non si rende conto, o lo sa e fa finta di nulla, della grave gesto che compie. I pannelli di amianto sono pericolosi, nocivi per la salute pubblica ma solo dopo il loro sgretolamento, e non come spesso si legge quando sono compatti. Una precisazione che l’E.R.A. ha voluto fornire qualche giorno più in la sulla sua pagina social di facebook, dopo alcuni post allarmistici.

«I recenti ritrovamenti di lastre di eternit in città stanno provocando allarmismi tra i cittadini e, per questo motivo, riportiamo qui di seguito un articolo di ARPA Veneto che spiega in maniera molto semplice quando l’eternit può essere pericoloso e quando no – ha precisato l’E.R.A., di Foggia-. L’amianto è pericoloso solo quando le fibre di cui è composto possono essere inalate. Non emette radiazioni e gas tossici. Se l’amianto è COMPATTO: non esistono particolari rischi per la salute.
Il materiale è duro e può essere sbriciolato o ridotto in polvere solo con l’impiego di attrezzi meccanici (dischi abrasivi, frese, trapani..). Le fibre sono molto legate in una matrice stabile e solida per cui difficilmente si liberano. Se l’amianto è compatto, come nel caso di materiali in cemento amianto (eternit), le fibre sono legate in una matrice solida per cui difficilmente si liberano. Lo stesso D.M. 6/9/94 Min. Sanità al punto 7 riporta: “Le lastre piane o ondulate di cemento-amianto, impiegate per coperture in edilizia, sono costituite da materiale non friabile che, quando è nuovo o in buono stato di conservazione, non tende a liberare fibre spontaneamente”. Se l’amianto è FRIABILE: esiste il pericolo di inalarne fibre.
Il materiale che contiene amianto può essere facilmente sbriciolato o ridotto in polvere con la semplice pressione manuale. In tal caso le fibre di amianto sono libere o debolmente legate.
Le fibre che si liberano sono talmente sottili da rimanere in sospensione nell’aria anche a lungo e risultare facilmente inalabili. Anche i materiali contenenti amianto compatto possono diventare un rischio se abrasi o danneggiati».

Assodato ciò, abbiamo voluto incontrare il Comandante delle Guardie Zoofile e Ambientali dell’E.R.A. di Foggia, il sig. Nino Valenti, che gentilmente ci ha rilasciato un’intervista.

D: Buongiorno Comandante Valenti, ci illustra cosa è l’ dell’E.R.A. Guardie Zoofile e Ambientali?

R: Mi fa piacere che alcuni della stampa si occupino delle nostre attività. La nostra associazione è prettamente costituita da Guardie Zoofile e ambientali, che fanno funzione di Protezione Civile e AIB -Campagna Antincendi Boschivi- per la Regione Puglia. Siamo un’associazione impegnata su molti fronti. Oltre a difendere i diritti degli animali, soccorrerli, aiutare loro e chi se ne occupa, siamo impegnati anche sul fronte ambientale. Per esempio questo è il periodo dove il nostro impegno è anche catalizzato dagli incendi boschivi come Protezione Civile. A tal argomento voglio rimarcare l’impegno dei colleghi del Salento che in collaborazione con la Regione Puglia che ogni giorno affrontano i problemi legati agli incendi dei boschi.

D: Operate solo su Foggia e provincia. Avete una convezione con gli Enti locali?

R: Sul territorio abbiamo una convenzione con il Comune di Foggia, in particolare per l’ambiente e gli animali, per l’esatta e corretta gestione degli animali domestici. Il nostro lavoro, e perciò impegno, credo -ma ne sono certissimo- conferisca lustro alla città di Foggia, al Sindaco Franco Landella che ha creduto e crede in noi, all’Assessorato all’Ambiente amministrato con dovizia da Francesco Morese. Ciò ci inorgoglisce, ci da fiducia e noi, altrettanto, lo facciamo per Foggia, i foggiani e chi amministra questa nostra bella città, rendendoci attivi H24 sul territorio, e per tutta la sua provincia.

D: Impegnati a tutela degli animali e dell’ambiente. Ma ci risulta che svolgete altri servizi, come per esempio controllo di alcune aree cittadine e extraurbane?

R: Vigiliamo il Parco dell’Incoronata che, come sappiamo, spesso è funestato da rifiuti abbandonati nelle aree pic-nic, otre che pericoli da incendi. Proprio in questo periodo di Ferragosto saremo impegnati con i Rom che sosteranno nell’area del santuario e noi vigileremo affinché vi sia legalità e rispetto del luogo, dei pellegrini. Come pure la nostra presenza è quotidiana nella Villa Comunale di Foggia, come voluto dal Sindaco Landella e l’Assessore Morese, in aiuto alle Guardie Giurate, per il decoro e la tutela del bene pubblico e i comportamenti di chi viola leggi e regole di buona educazione. Preciso che grazie a noi nella villa son state arrestate quattro persone per atti osceni in luogo pubblico.

D: Non solo da soli sul territorio, anche collaboratori molto attivi con le Forze dell’Ordine. A tal fine abbiamo saputo che svolgete anche funzione di Polizia Giudiziaria.

R: Infatti collaboriamo bene con la Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine, avendo anche funzione di Polizia Giudiziaria per alcuni casi come quelli che rientrano nella Legge del 20 luglio 2004, n. 189, ovvero “Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché’ di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. Un’attività che portiamo avanti con molto impegno perché la protezione degli animali, la cura della loro salute, della loro gestione, è un nostro punto fondamentale. Difatti siamo tra quelli che controllano se un animale domestico, per esempio il cane, ha il microchip. Lo stesso dicasi per l’Ambiente cui il Comune di Foggia ci ha conferito funzione di P.G. e ammnistrativa, con elevazioni di sanzioni.

D: Polizia Giudiziaria vuol dire anche arrestare chi viola le leggi oltre che sanzionare e svolgere indagini. Ce ne può parlare?

R: Un conferimento che ci onora quello di svolgere P.G. secondo la legge prestabilita, perciò anche con funzioni investigative che portiamo a termine. Una funzione che spesso ci porta a assolvere compiti delicati e pericolosi. Preciso che grazie a noi nella villa comunale di Foggia son state arrestate quattro persone per atti osceni in luogo pubblico. 
 
D: Una bella soddisfazione quella pocanzi descritta. Ma non credete che il cittadino non sia tanto consapevole della vostra funzione, per la sua importanza e professionalità? Comandante vuol dire a tuti noi qual è la Mission dell’E.R.A. Guardie Zoofile e Ambientali?

R: Noi, come molti sanno e hanno compreso, siamo molto attivi sul territorio di Foggia e provincia. Preciso che non siamo guardie repressive ma educatrici del cittadino. Ciò significa che siamo attivi per qualunque suggerimento e, umilmente mi permetto di dire, di consiglio per come comportarsi nel conferimento dei rifiuti, anche per quelli edilizi risultanti da lavori spesso non con i dovuti permessi. Tutti sappiamo che tali rifiuti sono abbandonati in periferia sul ciglio stradale e altre zone nascoste, formando tante piccole discariche abusive, oltre che dannose per l’ambiente, pericolose per la salute pubblica. Si veda l’ultimo intervento avvenuto a Foggia in via De Petra dove venerdì 3 agosto 2018 ci è stata segnalata la presenza di pannelli di amianto abbandonati da ignoti in prossimità di cassonetti dei rifiuti. Ebbene noi, Guardie Zoofile E.R.A. con la Polizia Municipale, abbiamo provveduto a mettere in sicurezza i luoghi, sigillando ermeticamente le lastre in modo da evitare la dispersione di fibre nocive per la salute, in attesa dell’intervento della ditta preposta alla rimozione ed allo smaltimento. Ricordo che il danno maggiore lo fanno le polveri di fibre che si disperdono nell’aria e poi respirate da noi umani, animali compresi.

D: Siamo venuti a conoscenza che presso il Comune di Foggia avete depositato una proposta di delibera per migliorare la sicurezza ambientale, salutare e cittadina. Parlando con l’Assessore all’Ambiente, il dott. Francesco Morese, che ha speso belle parole per tutti voi e ciò che fate, ci è stato detto che la vostra proposta e molto interessante ma che deve essere vagliata anche e soprattutto dai vari organi di polizia poiché racchiude azioni precipuamente finalizzate al blocco della persona. L’Assessore si dice cautelarmente fiducioso e vi sostiene. Comandante Valenti ce ne vuol parlare?

R: Il nostro impegno è anche esteso alla, purtroppo, indecorosa attività che molti stranieri e concittadini indigenti svolgono rovistando tra i rifiuti. Tanto per intenderci siamo attenti a chi rovista nei cassonetti dell’immondizia. Questa è un’attività insalubre, nociva per noi umani, per gli animali e l’ambiente, perché veicolo di malattie. Una persona che raccoglie rifiuti poi li smista e una parte li abbandona laddove vive, mangia, dorme. Ciò porta a formare altre piccole discariche, spesso al chiuso, che destano l’attenzione di animali, insetti e diventano terreno fertile per la prolificazione di batteri, gli stessi che potrebbero trasmettere chi rovista tra i rifiuti, così infettando altre persone. Noi cerchiamo di attenuare il fenomeno, intervenendo e allontanando i soggetti rovistatori. Ma non è sufficiente perché ci vorrebbe una norma che disciplinasse ad hoc simil attività. C’è già ma noi abbiamo proposto al Comune di Foggia, all’Assessore Morese, una nostra proposta con un’Ordinanza sindacale che ci conferisca il mandato di togliere, a chi rovista, il materiale sottratto ai cassonetti, così da evitare quei pericoli pocanzi descritti. Noi siamo fiduciosi, attendendo la risposta del Sindaco e dell’Assessore. Inoltre, sarebbe un deterrente per chi si nasconde tra loro e in realtà potrebbe essere un potenziale criminale o una senza identità accertata. Infatti, molti di questi stranieri che rovistano, sono senza documenti e col nostro intervento, mediante quell’Ordinanza, potremmo segnalare alle Autorità Giudiziarie competenti tal soggetti. Un tesserino, per esempio quello del C.A.R.A. (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) non è un documento valido di riconoscimento e molti di loro lo sanno.

D: Una proposta sostanziosa, che potrebbe far la differenza a Foggia. Speriamo bene. Comandante, allora, ci può riassumere dove oggi è presente la vostra associazione, che ricordo è no-profit, perciò volontaria, pertanto sorretta solo dall’impegno gratuito dei soci?

R: Siamo volontari. Noi Guardie Zoofile di E.R.A. Ambiente, del coordinamento provinciale di Foggia, cui la stessa città è sede nazionale, è presente in Italia con 135 sedi, credo che averne una nazionale a Foggia è motivo di orgoglio, oltre che sicurezza. Siamo dislocati su tutta la Capitanata. Le convenzioni stipulate con il Comune di Foggia servono esclusivamente per mantenere in essere le assicurazioni dovute, il mantenimento dei mezzi e strumenti in dotazione, carburante compreso, ovviamente.

D: Bene, siamo giunti alla fine. Comandante vuol dire qualcosa ai foggiani? Grazie per essere stato con noi.

R: Voglio rivolgere un appello a tutti i proprietari di animali domestici, in particolari i cani: non abbandonate il vostro fedele animale congiunto, perché lui è della vostra famiglia. Questo è il periodo più “caldo” sul fronte abbandono. Di segnalazioni, anche anonime, ce ne arrivano tante. Il nostro impegno a tal fine è esteso anche sulle strade urbane, extraurbane e autostradali, con controlli per l’abbandono degli animali, mettendole in sicurezza.

E.R.A. Guardie Zoofile e Ambientali – Foggia
Per informazioni, segnalazioni, denunce anche anonime rivolgersi a:
– Tutela Ambiente Animali, pronto intervento cell. +393703140603
– email: guardie@vigilanzafareambiente.it
– pagina Facebook: Guardie ERA Ambiente – Foggia Coordinamento Provinciale

©NicoBaratta all rights reserved – Tutti i diritti sono riservati

About the author

Operaio, Giornalista, Repoter, Libero Pensatore. Free Journalism for free thinking. freethinker - Ad Maiora! Alcune mie citazioni. Semplicemente Nico Baratta, Libero Pensatore! - "...un passo per volta!" - "Osserva le ombre e vedrai la vera identità di ogni persona" - "La semplicità è perfezione, perciò difficile da ottenere" - "La fortuna bacia pochi eletti, ma ne fa felici tanti, con riserva" - "Il lavoro di oggi sarà la certezza di domani. Facciamolo bene con coscienza, conoscenza e raziocinio. I nostri figli ci ringrazieranno." - "Preferisco che un mafioso mi punti una pistola alle tempie che un amico un pugnale alle spalle." - "Nella vita si è servi e si è padroni. Io son padrone della mia libertà." ---

Related

JOIN THE DISCUSSION