EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

A chi affidarsi per l’acquisto di casse acustiche

Se non sai proprio quali casse acustiche comprare perché le caratteristiche di cui tener conto sono davvero troppe, forse è il caso di affidarti al marchio Sonus Faber.

 

La storia di questo marchio risale alla fine degli anni ’70, quando Franco Serbin e Lorenzo Zen decisero di iniziare la ricerca del suono perfetto unito ad un design unico con materiali di qualità. E dal 1980 la Sonus Faber ha ben fermo questo obiettivo riuscendo ad esprimere una qualità musicale superiore alla media attraverso l’utilizzo del miglior materiale esistente in natura: il legno.

 

Il materiale prediletto: il legno

 

Le casse acustiche sono ciò che permette al suono di fuoriuscire dall’impianto deliziando le nostre orecchie con qualche pezzo di Mozart o, perché no, anche qualche bel brano heavy metal.

 

Essendo un elemento essenziale, le casse acustiche devono possedere un’eccellente qualità costruttiva e una cura minuziosa nell’assemblaggio.

Certo è che questa estrema cura può avere un costo non proprio basso, specialmente quando si usa il legno.

 

Dovremmo chiederci a cosa serve una cassa acustica per individuare il materiale migliore per la sua costruzione. Essa serve a schermare le variazioni di pressione che vengono generate nell’aria dai woofer e deve avere alcune caratteristiche a cui non si può rinunciare:

 

  • deve essere fonoisolante;
  • deve essere rigida per non vibrare;
  • non deve entrare in risonanza (fenomeno di amplificazione delle onde sonore che caratterizza i risuonatori) a certe frequenze.

 

Quindi, una buona cassa deve essere fatta in materiale amorfo (cioè un solido in cui non vi è ordine nelle posizioni degli atomi o delle molecole che lo costituiscono). In questo caso è il legno ad essere il materiale più adatto, anche più della plastica che è più risonante. Però, contrariamente alla plastica, per sortire gli effetti desiderati, deve avere uno spessore maggiore. Ciò fa aumentare i costi, la difficoltà di lavorazione ed il peso.

 

Se, quindi, la qualità del suono è un qualcosa di cui proprio non si può fare a meno, il legno che utilizza la Sonus Faber è ciò che rende i suoi diffusori i migliori sul mercato.

 

Le forme e i tipi di diffusori di suono

 

Quando si comprano dei diffusori di suono si deve tener conto delle loro caratteristiche come, per esempio, la tipologia di cono cui si abbina una diversa capacità di gestione del suono riprodotto e la quantità di coni presenti:

 

  • i woofer che sono delegati alla gestione dei suoni bassi;
  • i mid-range che gestiscono i toni medi;
  • i tweeter che controllano i suoni alti.

 

In una cassa di livello medio si avranno due coni: uno woofer e uno tweeter. In questo modo si ha una discreta riproduzione delle frequenze.

Se, invece, cerchi una qualità superiore, con casse in legno massello, con tre coni per una migliore resa dei suoni e con un design elegante e raffinato, dovrai rivolgerti a Sonus Faber.

 

Per dare un’idea del tipo di design utilizzato basta dare un’occhiata ai diffusori Guarneri Homage in legno, la cui forma ricorda quella del manico di un liuto e in cui, al posto delle cavigliere, troviamo elegantemente posizionati i coni woofer e tweeter.

 

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION