EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Moda, arte ed enogastronomia: ad ogni viaggiatore la sua vacanza

Mercure ha da sempre un forte impegno per la valorizzazione dei territori in cui le sue strutture sono profondamente radicate. Oggi il brand midscale del gruppo AccorHotels rivela aspetti nascosti ed inaspettati di tre affascinanti città italiane proponendo un itinerario tematico per ogni meta da cui lasciarsi ispirare per organizzare il proprio viaggio. Mercure suggerisce le strade più glamour di Napoli ai fashion addicted, le perle artistiche di Palermo agli amanti dell’arte e un percorso enogastronomico a Reggio Emilia per gli amanti del buon cibo

  • TUTTO IL GLAMOUR DI NAPOLI

Il Mercure Napoli Centro Angioino racconta il capoluogo campano attraverso un itinerario di stile che parte dall’hotel e in pochi minuti a piedi permette di raggiungere tre storici negozi di manifattura partenopea. Queste realtà hanno influenzato la moda e i trend di tutti i tempi con iconici accessori rigorosamente realizzati a mano.

La passeggiata all’insegna dell’eleganza si snoda nel cuore dei quartieri spagnoli. La prima tappa è Tramontano: dal 1865 in questo atelier si disegnano e producono borse, valigie e accessori di pelletteria secondo le tecniche della migliore tradizione artigianale napoletana. Proseguendo tra le strade della moda partenopea è d’obbligo una visita ad uno storico negozio di cravatte diventato simbolo dell’eleganza maschile in tutto il mondo: l’iconica cravatta a sette pieghe di Eugenio Marinella è al collo di capi di stato, eroi dello sport, divi del cinema, imprenditori, star della musica.

Una delle punte di diamante del made in Italy si trova in Vico Due Porte a Toledo e realizza invece ombrelli. Dal 1860 l’Antica Ditta Mario Talarico non produce un semplice accessorio per proteggersi dalla pioggia, ma un vero e proprio gioiello d’alta moda. Manici di osso, avorio, argento e legni pregiati compongono ombrelli che dopo tutti questi anni ancora incantano e conquistano. Per ulteriori informazioni sulle local stories suggerite da AccorHotels su Napoli: https://mercure.accorhotels.com/local-stories/europe/italy/naples/index.it.shtml

  • LA POLIEDRICA PALERMO DAI MILLE STILI ARTISTICI.

Influenze greco-romane, suggestioni arabe e richiami normanno-svevi: questa è Palermo, una città in cui convivono la preziosità dell’arte araba, il gusto barocco e lo stile liberty.  Il Mercure Palermo Centro e il Mercure Palermo Excelsior City sono i punti di partenza ideali per un itinerario palermitano all’insegna dell’arte. Fuori le mura dell’antica città di Palermo, sorge “Palazzo della Zisa”, nome derivante dalla parola araba che significa “lo splendido”; una struttura del 1190 che costituisce il modello meglio conservato dell’architettura arabo-normanna. Fiore all’occhiello del palazzo è la Sala della Fontana collocata al piano terra, impreziosita da mosaici profani e volte a muqarnas. Nei weekend dal 5/10 al 4/11 le vie di Palermo si animano con ”Le Vie dei Tesori ”, uno dei più grandi Festival italiani dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale, monumentale e artistico del nostro Paese, trasformando la città in un grande museo a cielo aperto che mette in rete il patrimonio monumentale e culturale. Particolarmente caratteristici, i vicoli della città vecchia sono ancora oggi il regno dell’ Opera dei Pupi, annoverati nel 2008 tra i Patrimoni Orali e Immateriali dell’Umanità‘ secondo l’UNESCO. Le marionette in legno riccamente decorate, diventano le protagoniste nelle rappresentazioni storiche del ciclo carolingio, della storia dei Paladini di Francia e dell’Orlando furioso. Per ulteriori informazioni sulle local stories proposte da AccorHotels su Palermo: https://mercure.accorhotels.com/local-stories/europe/italy/palermo/index.it.shtml

  • REGGIO EMILIA: META PER PALATI SOPRAFFINI

Nella prosperosa città dell’Emilia Romagna, il Mercure Astoria Reggio Emilia accoglie i viaggiatori come se fossero amici lontani, offrendo la sua famosa ospitalità e le sue prelibate pietanze. Re indiscusso della cucina locale, sua altezza il Parmigiano Reggiano “Vacche Rosse”: dal tipico colore giallo paglierino conferito dalla dieta che segue l’animale, questa pregiata tipologia di parmigiano ha una stagionatura di 24 mesi e offre al palato un gusto forte e molto saporito, per veri intenditori. Inoltre, si sposa alla perfezione con il secondo fiore all’occhiello del territorio: l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia, riservato in antichità solo ai nobili e per questo visto come un elisir prezioso durante il Rinascimento; con la sua particolare nota aromatica e il suo inconfondibile sapore agrodolce, questo prodotto locale è capace di arricchire qualsiasi tipo di piatto, dall’antipasto al dolce, per un ineguagliabile esplosione di gusto. Per finire in dolcezza, tipico del territorio reggiano è il Savoiardo morbido o chiamato anche “Pan di Reggio”, inventato da Elico Alai come alternativa al Pan di Spagna, ingrediente utilizzato nella Zuppa inglese e in altri dolci tipici della città; la ricetta è un segreto che Elico tramandò solo alla nipote, proprietaria del biscottificio Alai, tutt’ora in attività. Per ulteriori informazioni sulle local stories consigliate da AccorHotels su Reggio Emilia: https://mercure.accorhotels.com/local-stories/europe/italy/reggio-emilia/index.it.shtml

Questi itinerari nascosti sono solo alcuni dei consigli che Mercure è lieto di offrire ai propri ospiti per permettere loro di indagare anche gli aspetti meno scontati e più affascinanti delle città italiane https://mercure.accorhotels.com/local-stories/europe/italy/index.it.shtml

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION