EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Lastello, l’Airbnb dei funerali, lancia l’app per comparare onoranze funebri

Lastello, primo comparatore in Italia di funerali e onoranze funebri con oltre 500 agenzie iscritte e 10mila preventivi realizzati, lancia l’app. Per garantire un servizio semplice e trasparente.
Roma, 18 ottobre 2018- Lastello, primo comparatore in Italia di funerali e onoranze funebri per funerali tradizionali e cremazioni, lancia la sua app: dopo la piattaforma, attiva dal 2016, un modo ancora più semplice per richiedere e confrontare preventivi e scegliere in modo veloce e trasparente.
LASTELLO: IL MIGLIOR MODO PER DARE AI TUOI CARI L’ULTIMO CIAO- “L’idea di Lastello- da last hello, l’ultimo saluto- nasce quando, insieme con gli altri due co-founder, ci siamo resi conto che non c’erano startup o aziende innovative nel settore delle onoranze funebri, un settore particolarmente delicato eppure pieno di storie di poca trasparenza e speculazione” spiega Gianluca Tursi, CEO, Service & User Experience Designer, che ha sviluppato l’idea con Francesco Gnarra- CTO, web e app developer.
“Per questo, abbiamo sviluppato un servizio semplice, trasparente e geolocalizzato, per permettere di visualizzare prima le offerte delle agenzie più vicine”.
Semplice- Dopo gli ottimi risultati ottenuti attraverso il portale, Lastello lancia ora la sua app- per iOs e Android-, che allo stesso modo permette di confrontare, in soli 3 passaggi, sia le agenzie più vicine sia i prezzi: un modo ancora più semplice e veloce per trovare la migliore soluzione tra quelle proposte, grazie anche a un algoritmo in grado di valutare la qualità delle imprese funebri e offrire ai clienti la possibilità di fare la scelta giusta.
Trasparente- Allo stesso modo, il team di Lastello ha sviluppato e implementato nell’app un sistema che verifica la bontà dei preventivi e l’effettiva esecuzione del servizio funebre acquistato, con un servizio di valutazione da parte degli utenti. I preventivi che vengono richiesti sono sempre gratuiti e senza impegno, ma soprattutto senza costi nascosti, consentendo anzi di risparmiare fino al 30% rispetto al preventivo in agenzia.
Vicino- Grazie alla selezione di oltre 500 tra le migliori agenzie funebri in Italia, Lastello è attivo nella maggior parte delle province italiane, ed è possibile richiedere, confrontare e scegliere il preventivo migliore tra quelli offerti dalle agenzie più vicine.
“Il lavoro fatto da Lastello sta a poco a poco portando luce in un settore da sempre avvolto da una nube di incoerenza e poca trasparenza” conclude Tursi- “Lastello ha lo scopo di rivoluzionare il mercato funebre rendendo le persone libere di scegliere e in qualche modo più serene in un momento così delicato”.
I NUMERI DI LASTELLO- Dal momento del lancio sul mercato, Lastello- tramite la sua piattaforma- ha realizzato oltre 10000 preventivi tramite più di 500 agenzie in 2225 comuni italiani, per un totale di circa 1000 clienti. Di questi, solo 300 negli ultimi due mesi, a testimonianza di una rapida crescita del servizio e la necessità di rilasciare l’app come punto di partenza di uno sviluppo di ulteriori servizi. Sono previste, infatti, funzioni esclusive per le agenzie e l’aggiunta di un sistema di necrologi per dare modo agli utenti di condividere informazioni sul funerale con parenti e amici, tramite un sistema di messaggistica integrata tra app e WhatsApp.
Secondo uno studio effettuato da Lastello, è Roma la città in cui si registra la più alta percentuale di ricerca di preventivi online- il 19,4% delle ricerche, equivalente a quasi 9400 preventivi-, seguita da Milano con il 17,7%- equivalente a oltre 8400 preventivi- e al terzo posto, molto indietro, Napoli con il 4,4%, cioè poco più di 2100 preventivi.
Le regioni più costose per quanto riguarda l’organizzazione di un funerale sono, in ordine, la Sardegna- con una spesa media di €3148-, l’Umbria con €3113 e il Friuli Venezia-Giulia con €2770. Le più economiche, invece, la Toscana- con una media di €2209-, il Molise- €2223- e la Liguria- €2334.
Interessante, infine, il dato relativo al rapporto tra funerali tradizionali, scelti nel 75% dei casi (divisi tra tumulazione e sepoltura) e cremazione, preferita dal restante 25%.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION