EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Termina, AL Palacavicchi di Roma, il Pizza World Cup 2018

16 batterie di gara in una due giorni all’insegna dell’High Quality.

Sono stati tanti i professionisti giunti da ogni parte del mondo che si sono sfidati a colpi di pizza. Sembrerà strano ma tra i vincitori hanno fatto bella figura rappresentanti arrivati da: Svizzera, Francia, Madagascar, Sri Lanka, Romania e Giappone. Anche l’Italia ha retto bene gli affronti dei paesi concorrenti conquistando molti podi, nonostante la competizione sia stata dura!

Tra le tante pizze non poteva, non essere un pizzaiolo italiano, a conquistare il primo posto per la “Margherita DOC”! Pasquale Schettino, nato a Pompei, ha sbaragliato tutti presentando un’incantevole pizza che ha conquistato subito la blasonata giuria. Siamo riusciti a raggiungerlo, nella pizzeria che gestisce a S. Maria la Carità nella zona di Madonna delle Grazie, a cui non a caso, ha dato il nome di “Briganti”, proprio per dimostrare ancora di più l’attaccamento al Sud, alla propria terra e alle proprie origini.

Pasquale non ci aspetta in giacca e cravatta, bensì lo vediamo mentre cura le sue pagnotte che poi saranno trasformate in pizza. Umile, a tratti timido, mostra solo su nostra richiesta i suoi trofei che ha conquistato negli anni. Ci svela il segreto della sua pizza: passione e sacrificio. La passione, ti porta a migliorare ogni giorno sempre di più il prodotto da offrire ai tuoi clienti –dice Pasquale, mentre ordina il suo banco da lavoro- anche nei momenti liberi mi piace provare e riprovare nuovi impasti e sperimentare nuovi gusti di pizza, sempre basati sui canoni classici che i grandi maestri ci hanno tramandato. Il sacrificio- continua il pizzaiolo pompeiano- è quotidiano, per gli orari che sei costretto a fare, per il tanto lavoro che c’è dietro anche ad una piccola pizzeria come la mia, per i tanti no che devi dare agli amici… Pasquale continua a selezionare pomodori, fiori di zucca, melenzane mentre parla si ferma solo quando gli chiediamo a chi dedica il primo posto conseguito per la pizza “Margherita DOC” nel Pizza World Cup 2018 e lui subito senza e pensarci un attimo ci risponde che la dedica più importante è per la moglie che da anni è costretta a condividere i suoi orari, è sempre pronta a consolarlo se qualcosa gli va storto e, soprattutto ha sempre creduto in lui, poi- aggiunge- ai miei familiari ed ai miei amici che non mi fanno mancare il loro affetto ed, infine, a chi non ha ancora assaggiato la mia pizza… credo che ora sia il momento di farlo!

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION