EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

A dieci anni da Carlo Giuliani, una generazione che cambia

Carlo Giuliani,Roma, 14 marzo 1978 – Genova, 20 luglio 2001, ragazzo. Dieci anni fa, Carlo come tanti della sua generazione era a Genova a manifestare, ma dalle strade del capoluogo ligure Carlo non è mai rientrato a casa. Infatti è il pomeriggio del 20 di luglio del 2001 che  durante gli scontri tra piazza e forze dell’ordine si rinviene un corpo esanime. E’ Carlo.

Genova in quel luglio è una città blindata, una città che non ha paura ma dove il puzzo del terrore si sente nell’aria, è acre come aspro è quello dei lacrimogeni, migliaia di giovani e non sono, lì a manifestare contro il G8, nessuno, mai però si immagina che qualche ora dopo cronisti di tutto il mondo inizieranno a digitare sulle proprie tastiere cronache di mattanze disumane. In questi anni, tanto si è scritto, tanto si è detto, tanto è stato celato e altro ancora è diventato manifesto grazie alla rete, la net. Carlo è diventato poi il simbolo di quel popolo che manifestava a Genova e che ha continuano a camminare per le strade e le piazze di Italia in cerca di un cambiamento, in cerca di un presente migliore, ma poi lentamente, con una generazione che oramai va crescendo, il cambiamento cercato si è come arrestato ed allora, quasi “tragico” sembra vedere quei volti oggi diventati persino “importanti” parlare in ricordo di Carlo, quel ragazzo che non è arrivato ai giorni nostri ed è morto per una “causa” la sua “causa” uguale a quella di tanti altri. Su Carlo molti ci hanno persino speculato, altri hanno fatto carriera, altri ci hanno guadagnato, altri ne hanno fatto vessillo. Il simbolo di Carlo, il ragazzo della piazza, il corpo del movimento, forse è ancora vivo un pò come il bambino che c’è in noi, ma difficile è far restare vivo quel valore, mentre il tempo cambia e si cresce ed il mondo diventa duro e aspro.

Carlo, Genova ed i fatti della Diaz, pagine tristi della seconda Repubblica, pagine degne di cronache da dittatura militare, hanno invaso la rete ed i giornali, hanno riempito gli archivi dei tribunali, ma nessuno se non quella generazione potrà mai sapere quale dolore è stato vedere e sapere quel che in una piazza è accaduto nel 2001, dieci anni fa, una vita fa.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

Comments

  • Sabato 17 settembre: Vittorio Agnoletto presenta “L’eclisse della democrazia – Le verità nascoste sul G8 2001 a Genova” a Oristano | Mediterranews 14 settembre 2011 at 8:34 AM

    […] passati dieci anni dai fatti di Genova e del G8, dalla Diaz e dalle mattanze di Bolzanetto, dalla morte di un ragazzo, Carlo […]

    Reply
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com