EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cagliari: la stagione concertistica ci sarà anche senza l’Anfiteatro romano

Cagliari: la stagione concertistica ci sarà anche senza l’Anfiteatro romano.Cagliari è una città moderna, vivace, soprattutto ricca di storia. E c’è un posto in particolare che è nel cuore di tutti, cagliaritani e turisti: l’Anfiteatro romano. Uno dei simboli della città, luogo di visita inevitabile quando ci si muove a Cagliari, l’Anfiteatro è celebre anche per essere il luogo in cui viene organizzata gran parte dei concerti estivi di Cagliari.

Qualche mese fa, però, l’Anfiteatro romano è stato oggetto di un lungo dibattito in città, a causa del fatto che il neo-sindaco Zedda, sentita la Sovraintendenza e sentito il responsabile di Sardegna concerti, è stato costretto a dichiararlo chiuso e annullare l’intera stagione concertistica che si sarebbe dovuta tenere. Dunque niente concerti estivi.

In realtà, la scelta del sindaco è stata una scelta obbligata; infatti, il problema che ruota attorno a questo luogo simbolo è dato dal fatto che, dal momento che vengono organizzati concerti e spettacoli, diversi anni fa è stata introdotta una struttura in legno con numerosi posti a sedere che l’ha reso simile ad una vera e propria arena. Questa struttura però, ormai vecchia, sta provocando un logoramento della pietra che caratterizza l’Anfiteatro e con le piogge ha determinato la formazione di muffe che a loro volta stanno contribuendo al logoramento della pietra. Si sta insomma danneggiando un monumento storico, rischiando di perderlo ed è necessario presevarlo e trovare una soluzione.

Le giunte comunali di centro-destra, che hanno governato per molti anni prima dell’insediamento di Zedda, già dal 2000 avevano avuto contatti con la Sovraintendenza, la quale aveva esposto una certa preoccupazione e aveva intimato il comune ad eliminare quella struttura – tra l’altro non proprio gradevole alla vista – ma le giunte non hanno mai dimostrato un certo interesse al mantenimento di un luogo storico come quello di cui stiamo parlando.

Dopo la decisione dell’attuale sindaco Zedda, in città è scoppiato quasi uno scandalo: per i cagliaritani è impensabile immaginare una stagione estiva senza concerti all’Anfiteatro, ma purtroppo, almeno per quest’anno e finché non si trova una soluzione, i concerti verranno fatti in altri posti. Infatti, a differenza di ciò che si pensa, Cagliari è ricca di spazi che possono accogliere numerose persone e in cui possono essere svolti concerti e spettacoli. Senza dubbio l’Anfiteatro offre un’ambientazione molto suggestiva, ma obiettivamente l’acustica non è delle migliori e per di più si trova in pieno centro.

Quest’estate i cagliaritani dovranno accontentarsi di altri spazi, forse meno scenografici:  la Fiera campionaria offre uno spazio ottimo per concerti rock e simil-rock; vi è il Molo Ichnusa, a poca distanza dal porto, e poi c’è il Poetto che, tra l’altro, accoglierà proprio nei prossimi giorni la rassegna di concerti gratuiti di “Mondo Ichnusa” – cui parteciperanno artisti e gruppi tra cui Subsonica, Marlene Kuntz, Cesare Cremonini – nonché l’arena beach Margine Rosso che accoglierà altri artisti, tra cui Caparezza.

Roberta Marongiu

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION