Società

Ci lascia Gino Latilla:Vecchio scarpone, sul tuo tempo ho cantato…

Ci lascia Gino Latilla:Vecchio scarpone, sul tuo tempo ho cantato...foto eleonora Casula richiedere a redazione@mediterranews.org
Foto proprietà di Mediterranews.org copyright

Gino Latilla nasceva a Bari il 7 novembre 1926, oggi invece è morto presso un ospedale fiorentino dopo una lunga degenza. Figlio d’arte (suo padre Mario Giuseppe era un cantante di musica leggera celebre negli anni Trenta), aveva debuttato al Teatro Manzoni di Bologna nel 1948.

Sbarca a San Remo con un successo che diventerà presto storia della Melodia italiana: Son tutte belle le mamme del mondo /quando un bambino si stringono al cuor. /Son le bellezze di un bene profondo /fatto di sogni, rinunce ed amor. /
È tanto bello quel volto di donna /che veglia un bimbo e riposo non ha;
sembra l’immagine d’una Madonna, /sembra l’immagine della bontà. /
E gli anni passano, i bimbi crescono, /le mamme imbiancano; ma non sfiorirà la loro beltà !

Parole queste cantate da Gino Latilla che segnano gli anni 50, la canzone vince nel 54 il Festival di Sanremo in coppia con Giorgio Consolini. Una sorta di inno all’italiana perfetta, la donna dell’ideale collettivo, mamma, dolce, molto familiare.
Per gli uomini invece Latilla canta  “Vecchio scarpone”, una sorta di inno alla giovinezza che narra la disavventura della carriera militare, le guerre, le missioni estere: Vecchio scarpone /Quanto tempo è passato /Quante illusioni
Fai rivivere tu /Quante canzoni /Sul tuo passo ho cantato /Che non scordo più .

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close