EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Italia, la terra dove il vino è diventato donna!

Italia, la terra dove il vino è diventato donna!Il vino è diventato una passione tutta femminile, infatti oltre ad esserci un gran numero di appassionate bevitrici, crescono in modo importante le donne sommeliers e le donne produttrici di vino. E’ dimostrato dalla scienza che il palato delle donne è molto più sensibile al gusto rispetto a quello degli uomini ecco quindi perchè la donna può sicuramente essere in grado di degustare le caratteristiche e le qualità del vino meglio di un collega uomo. Molte più donne, ormai scelgono di proseguire attività di famiglia dove spesso il “padrone” era l’uomo di casa e lavorano con dedizione aziende vitivinicole, sia in vigna che in cantina talvolta dietro le quinte altre volte diventando vere e proprie protagoniste del mercato vitivinicolo. Donna e vino un rapporto che sembra funzionare sempre di più anche in tempo di crisi.
L’area DOCG del Nobile di Montepulciano elegge le donne, non solo consumatore ideale ma anche promotrice del prodotto grazie proprio al palato sensibile ai gusti raffinati e al modo innato di fare ottimo marketing pubblicitario, non solo, Montepulciano nel 2010 è diventata una ambita meta turistica anche e sopratutto grazie al vino qui prodotto e diverse classifiche stilate da comunità web nominano la bella Montepulciano come 4 città turistica subito dopo Firenze, Siena e Bordeaux, questo anche grazie all’impegno e allo sviluppo del marketing voluto fortemente da nuove imprenditrici donna entrate nel Consorzio di produttori del vino locale che, in un solo anno sono a dir poco ben oltre che quadruplicate, da 17 infatti sono passate a 72.Storiche aziende ormai si sono tinte di rosa, a partire da Villa Sant’Anna gestita da Simona Ruggeri Fabroni e dalle  dalle figlie Anna e Margherita hanno sicuramente fatto da battistrada, sino a giungere ad una delle ultime aziende rosa come quella di Croce di Febo gestita da  Silvia Vincenti .
Ma il vino è rosa anche in altre zone di Italia tante infatti sono le vignaiole del Bergamasco dove per esempio nel “Podere della Cavaga” a Foresto Sparso, Nicla Acerbis gestisce 8 ettari di vigneto producendo vini Doc e spumanti e valorizzando il vitigno Franconia detto anche Imberghem, sempre nel bergamasco si trova  “La Tenuta degli Angeli”, un’azienda vitivinicola di Carobbio degli Angeli magistralmente gestita da  Manuela Ghidini e le figlie Roberta, Laura e Maria Testa. Le aziende produttrici di vino in rosa in Italia non sono solo queste, potremmo continuare a scrivere chilometri di parole!

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com