EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Pensioni: norma anti-matrimoni con badanti

Pensioni, continua la ressa politica in merito al nuovo quadro economico e, come sempre oggetto di disquisire sono le pensioni, ma, andando oltre alle mere teorie e a giochi e rimbrotti di Palazzo osserviamo con dedizione le novità previste per il 2012, oramai vicino.

A gennaio nella previdenza pubblica entrano in vigore delle novità diverse ed importanti per tutti i lavoratori. Come si legge su un interessante pezzo del Sole 24 ore, la prima novità è quella della  finestra d’uscita, che cresce d’un mese per i pensionandi di anzianità con 40 anni di contributi e c’è il passaggio a 65 anni dell’età minima per la pensione di vecchiaia delle dipendenti statali.E non è solo questa la novità, ve ne è una di cui nessuno vi ha mai parlato, una novità che pare essere importante per i tanti figli italiani ossessionati dalla paura che il genitore contragga matrimonio con una di quelle donne venuta dall’Est che amorevolmente si prende cura dell’anziano. Ecco che nei testi normativi fa capolino la “norma anti-matrimoni con badanti” si tratta della legge 111/2011, art. 18 comma 5, fortemente voluta dalla Lega. La norma sconosciuta ai più, penalizza le pensioni di reversibilità in caso di matrimoni di ultrasettantenni con persone più giovani di 20 anni.  (il sole 24ore). Ecco poi che scatta dal primo gennaio il blocco della perequazione per le pensioni elevate mentre per quelle medie, sino ai 2380 la perequazione sarà pari al 70%.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com