EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Ghilarza, Incontri di musica popolare 2011, XXVI edizione dedicata alla musica tradizionale del Salento

Ghilarza, Incontri di musica popolare 2011, XXVI edizione dedicata alla musica tradizionale del Salento  Con la XXVI edizione degli Incontri di Musica Popolare, il Gruppo Onnigaza di Ghilarza (OR) festeggia 35 anni di ininterrotta attività.

Il primo appuntamento – A PASSU DI PIZZICA DAL SALENTO ALLA SARDEGNA, giovedì 8 dicembre 2011, nella Torre Aragonese di Ghilarza, alle 16,30 – è dedicato alla musica tradizionale del Salento, regione storica della Puglia. L’argomento sarà illustrato da Vincenzo Santoro, responsabile dell’Ufficio Cultura, Sport e Politiche Giovanili dell´Anci, componente della Commissione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per l assegnazione dei premi per la promozione del libro e della lettura e membro designato dall´Anci del Tavolo nazionale per la musica popolare amatoriale del Ministero per i Beni e le attività culturali.

Il relatore ha organizzato numerose iniziative (concerti, convegni, dibattiti, festival, corsi, ecc.) sul “movimento della pizzica” e sulla cultura popolare, con particolare riferimento al Salento e al Mezzogiorno; è anche autore e curatore di numerose pubblicazioni (libri, saggi, articoli) riguardanti la cultura popolare e l’identità pugliese, soprattutto la musica tradizionale e gli aspetti socio-culturali legati alla sua recente ‘rinascita’.

Il trio musicale, composto da Anna Cinzia Villani (voce e organetto), Gianluca Longo (chitarra e mandolino) e Enza Pagliara (tamburello), eseguirà brani del repertorio dei canti e delle danze pugliesi.

Anna Cinzia Villani è la figura di spicco del trio salentino; ha iniziato in giovane età la sua attività di ricerca, i cui esiti ha riproposto al pubblico attraverso le sue esibizioni in Italia e all’estero. Capace dei virtuosismi tipici della vocalità tradizionale, la sua voce è una delle più conosciute della tradizione pugliese. Grazie al suo sapiente e paziente lavoro di ascolto e confronto con cantori – uomini e donne – della sua terra, ha saputo allargare la conoscenza del repertorio e migliorare sempre più la tecnica vocale. Il trio proporrà canti d’amore, stornelli, canti di lavoro e la tipica danza della pizzica.

Durante l’incontro saranno proiettati materiali audiovisivi sulla musica tradizionale della Puglia e della Sardegna.

Dai versi di un canto tradizionale è tratto il titolo del secondo appuntamento, in programma per domenica 11 dicembre, sempre nella Torre Aragonese di Ghilarza, alle 16,30: “…ballant su ballu tundu cun mucadore e bunnedda, zipone e cambussinu…”, che proporrà l’argomento dell’abbigliamento tradizionale, strettamente collegato all’attività dei gruppi folkloristici. A cura di Marinella Marras, storica delle tradizioni, anche attraverso la proiezione di materiali iconografici e fotografici, verranno ripercorsi 35 anni di ricerche e ricostruzioni delle diverse fogge dell’abbigliamento tradizionale ghilarzese.

Infine, dal 5 all’11 dicembre, anche per ricordare le 5 mostre etnografiche che hanno caratterizzato i primi dieci anni di attività culturale dell’Associazione, con diversi materiali etnografici saranno allestite dieci vetrine presso attività commerciali della via principale del paese, corso Umberto I.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com