EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’albumina prodotta dal riso, una risorsa per l’umanità

L'albumina prodotta dal riso, una risorsa per l'umanitàSangue, sangue sangue, la nostra linfa vitale. Spesso però serve nuovo sangue e, ora come ora nonostante le donazioni, non basta mai e così la Ricerca aiuta anche in questo campo! In Cina dove il riso abbonda, in una sorta di speciale  ‘fabbrica’  si è in grado di produrre una delle principali proteine del sangue, l’albumina. Il risultato è stato annunciato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas). L’interessante scoperta è stata fatta da un gruppo di ricercatori  dell’università di Wuhan, coordinato daYang He. Attualmente  l’albumina derivata dal riso si è dimostrata efficace nel trattare la cirrosi epatica.
Le piante di riso transgenico in grado di produrre l’albumina sono state ottenute inserendo nel Dna del riso un gene umano che attiva la produzione della proteina. Il metodo messo a punto in Cina permette di ottenere circa 2,75 grammi di albumina per chilogrammo di riso e test biochimici hanno dimostrato che l’albumina estratta dal riso è strutturalmente e biochimicamente equivalente all’albumina derivata dal sangue.Roberto Defez, biotecnologo dell’Istituto di Genetica e biofisica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Napoli ha dichiarato all’ANSA: ‘’E’ un risultato molto importante, che potrebbe aprire le porte anche alla realizzazione di altre varietà di riso e altre piante in grado di produrre anche altri tipi di molecole’’. ‘’Questa è una vera pianta transgenica perché contiene un gene umano, non come gli ogm’’.Ovviamente, ha aggiunto, ‘’non è una pianta che può comportare dei pericoli, ma in quanto transgenica, come sottolineano anche gli autori dello studio, va coltivata in modo controllato, con misure in grado di evitare la contaminazione di altre specie di piante’’.
Il risultato è interessante anche perché risponde alla grande richiesta di albumina nel mondo, pari a circa 500 tonnellate ogni anno.L’albumina,  proteina del sangue è largamente utilizzata per produrre farmaci e vaccini, così come per trattare ustioni, cirrosi epatica e shock emorragici. Tuttavia gli attuali rifornimenti di albumina, rilevano gli autori della ricerca, sono limitati perchè l’albumina è estratta tradizionalmente dal sangue e conta sulla disponibilità dei donatori. Inoltre questo sistema comporta anche un rischio di contaminazione da parte di virus, come l’Hiv responsabile dell’Aids.
Per superare questi ostacoli, i ricercatori hanno indotto le piante di riso a fabbricare l’albumina, introducendo nel materiale genetico della specie di riso piu’ diffuso, l’Oryza Sativa, il gene umano Gt13a. Questo ha quindi promosso la produzione di albumina, che si è depositata nelle cavità acquose delle piante di riso, chiamate vacuoli.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com