EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Italiani all’estero: dieci in mano di ingnoti sequestratori

Ragazzi in corto alla manifestazione Rossella Libera. 7 dicembre 2011 Oristano, foto proprietà riservata Mediterranews

Ragazzi in corto alla manifestazione Rossella Libera. 7 dicembre 2011 Oristano, foto proprietà riservata Mediterranews

Una settimana ed è Natale, intanto nelle mani di anonimi rapitori, restano ben 10 connazionali. Una tra tutti, la giovanissima Rossella Urru. L’altro giorno il sequestro lampo di Carmelo Stella e, come sempre la paura e l’instabilità in alcune zone mette a rischio i nostri concittadini che operano in zone estere. Ricordiamo che all’estero, in Nigeria, il 12 maggio è stato rapito assieme ad un collega britannico, l’ingegnere di 47 anni Franco Lamolinara. Nel sud dell’Algeria è stata rapita Maria Sandra Mariani, prima ancora Bruno Pellizzari, rapito dai pirati somali il 10 ottobre 2010 con la compagna sudafricana Deborah Calitz. Lo skipper italiano, sequestrato mentre lavorava su uno yatch a largo della costa della Tanzania, viveva da anni in Sudafrica. Non si hanno notizie nemmeno dei Marinai della Savina Caylyn, ostaggio dall’8 febbraio dei pirati somali. I loro nomi sono Giuseppe Lubrano Lavadera, comandante, Eugenio Bon, primo ufficiale, Crescenzo Guardascione, terzo ufficiale, Gian Maria Cesaro, allievo e Antonio Verrecchia, direttore di macchina.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com