EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Mario Monti: le banche, i poteri forti e la folle corsa dello Spread

Mario Monti: le banche, i poteri forti e la corsa dello SpreadMario Monti, banche, governo, poteri forti,  massoneria. Se ne parla da oltre un mese eppure il famigerato spauracchio internazionale Spread in Italia non sembra aver preso il verso giusto anzi,  è tornato a superare i 500 in men che non si dica, proprio mentre nei Palazzi del Potere si vota la Manovra. Ma non si era detto che il professor  Mario Monti  ed il suo il governo era dei poteri forti, formato da banchieri al servizio delle loro banche? Però la crisi non cambia e le banche in men che non si dica aggrediranno l’Italia, lo Stato andrà verso il default in modo quasi certo.

In realtà il governo Monti è strapieno di lobbyes e tutto quel che si è detto in questi giorni era puro gioco di fantasia come si è visto  il governo Monti ha frenato sulle parafarmacie davanti alla lobby dei farmacisti , però il Governo si è pure spaventato quando il Sindacato ha fatto la voce grossa e così  rinvia sulla libertà di licenziare,  eppure insiste nel vietare l’ assunzione di cariche sociali in imprese o gruppi tra loro concorrenti nei mercati creditizi, assicurativi e finanziari.  Qualcosa di strano però c’è basta pensare che cambia il regolamento associativo bancario infatti in base all’ articolo 36 della manovra, Dieter Rampl, Fabrizio Palenzona, Carlo Pesenti dovranno decidere se stare in Unicredit o in Mediobanca e Giovanni Bazoli, presidente di Intesa Sanpaolo, dovrà lasciare Ubi Banca.  Insomma cambia tutto quel che riguarda l’economia ma non cambia nulla per il Paese Reale?

Cosa vorranno posto che esistano questi poteri forti?

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com