Salute

Sclerosi Multipla: invertito approccio cura, si parte da corteccia

Uno studio scientifico sta per rivoluzionare l’approccio terapeutico alla sclerosi multipla. La ricerca, realizzata dalla Mayo Clinic e dalla Cleveland Clinic, mette in discussione le conoscenze note sull’origine e la progressione della malattia e apre una nuova frontiera per lo sviluppo di farmaci-bersaglio destinati a colpire la corteccia cerebrale e non le aree più profonde dove, finora, si pensava che avesse origine l’infiammazione alla base della patologia. Lo studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine mostra come la sclerosi multipla può progredire dagli strati piu’ esterni del cervello alle sue parti profonde e non come è stato sostenuto finora, in un processo da “dentro a fuori”. Secondo l’interpretazione tradizionale, la malattia inizia nella materia bianca che costituisce la maggior parte dell’interno del cervello e si estende agli strati superficiali cioé alla corteccia. Stando al nuovo studio, la diffusione avviene dagli spazi liquido cerebrospinale della parte esterna del cervello e dalla corteccia, alla sostanza bianca. ”Il nostro studio mostra che la corteccia è coinvolta nelle prime fasi della sclerosi multipla e può anche essere l’obiettivo iniziale della malattia – afferma Claudia Lucchinetti neurologo della Mayo Clinic e autore dello studio.
L’infiammazione nella corteccia deve essere considerata nell’ambito delle indagini sulle cause e sulla progressione”.
Le opzioni terapeutiche esistenti oggi non coinvolgono la corteccia, quindi capire come questa parte del cervello è coinvolta è fondamentale per sviluppare nuove terapie.
Fonte: ANSA

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close