Mediterranews

Alessandro Amadori sottoposto a nuova operazione a Phuket. Qualche ora fa è stato amputato l’arto ferito

Olbia: Alessandro Amadori perde un piede in Thailanda. Storia assurda di un Capodanno all'infernoOlbia, ancora una brutta notizia. Ad Alessandro Amadori è stato amputato il piede. Una notizia tremendamente struggente anche perchè probabilmente l’amputazione poteva essere evitata se solo si fosse intervenuti in tempo debito.

Intanto continua la gara di solidarietà degli amici, domani i genitori dovrebbero giuntere a Phuket. Ricordiamo che dopo 12 ore dal ricovero, grazie all’intervento del console, sul piede di Alessandro era stato effettuato un primo intervento, che evidentemente è andato male, il corpo ha effettuato il rigetto e così Alessandro ha perso il piede.

La brutta notizia, dopo le prime confortanti indicazioni sull’esito di un primo intervento chirurgico effettuato 12 ore dopo l’incidente del 30 dicembre scorso, è arrivata stamattina ai genitori, Antonio e Caterina, quando erano ormai pronti per il volo da Olbia a Roma, quindi verso Bangkok e Phuket. Alessandro è entrato per la seconda volta dal giorno del suo ricovero in una delle sale operatorie dell’ospedale thailandese per subire un altro intervento, questa volta di amputazione del piede sinistro finito tra le lamiere del guard rial dopo l’uscita di strada con uno scooter noleggiato in albergo. Nella prima operazione i chirurghi avevano cercato di riattaccare l’arto, ricongiungendo arteria e vene, ma purtroppo il tentativo è fallito.

Cittadinanzattiva, associazioni di volontariato e sportive, e gli amici di Alessandro continuano la colletta per le spese ospedaliere.

Exit mobile version